VIAREGGIO. “Chi sarà il sindaco a Viareggio dovrà prendere in considerazione il fatto di una moratoria sospensiva per le aziende che non possono più pagare i suoi debiti, ma che con grande difficoltà riescono a pagare gli stipendi dei loro dipendenti.” Lo sostiene Eugenio Vassalle, candidato sindaco per Futuro e Libertà alle prossime elezioni amministrative.

“Non è una soluzione far chiudere attività mettendo a casa famiglie che mangiano del suo lavoro, andando ad aumentare i problemi del sociale già collassato dalla crisi. La cosa da fare quando sarò sindaco è congelare i debiti erariali per chi dimostrerà di essere in grave momento finanziario e dilazionare al massimo chi ha problemi meno gravi, ma riesce a galleggiare.

“Ecco perché ho fatto subito mia questa idea della moratoria una volta che me ne ha parlato Massimiliano Simoni: mandando lui a Roma anche il nostro territorio e tutta la versilia sarebbero ben rappresentati. Ecco perché noi di Futuro e Libertà siamo sempre sul territorio: io sono sempre vicino al mondo del volontariato, ma non a discorsi, sul campo. So che gli elettori voteranno noi di Fli-Lista Monti per avere ancora una speranza di fare, e a Viareggio ce n’è più bisogno che in altri luoghi.”

(Visitato 22 volte, 1 visite oggi)

I GIOVANI DEMOCRATICI CONTRO LA LEGGE ANTI GAY DEL GOVERNO UGANDESE

CHIOCCHETTI (PDL): “IL CARNEVALE È LINFA VITALE PER LA CITTÀ, A DISPETTO DELLE LAMENTELE”