(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

VIAREGGIO. Il suo commento all’indomani del primo corso mascherato – “Alcuni carri, di prima e di seconda categoria, non meritano la cifra che è stata stanziata per la sua realizzazione” – era stato in qualche modo profetico. Ora Alessandro Santini, presidente della Fondazione Carnevale, ha deciso di passare dalle parole ai fatti e nelle prossime settimane chiederà al cda dell’ente di Palazzo delle Muse che dia mandato alla commissione bozzetti di controllare i lavori svolti e verificare quanto, effettivamente, siano costati i carri.

“Non voglio stare a guardare se un carro sia bello o brutto: quello è un compito che spetterà alle giurie”, dice Santini. “Il punto di partenza è un altro: vogliamo solo capire se certi carri valgano, effettivamente, oltre 120mila euro. Nomi non ne faccio, tanto sono certo che qualcosa verrà fuori. A quel punto non faremo sconti a nessuno: ricordiamoci che la Fondazione Carnevale amministra fondi pubblici, è una questione di trasparenza”.

Inutile, poi, negare come certi carri abbiano sfilato completi già dalla prima domenica e come altri costruttori, invece, abbiano rifinito le loro opere una settimana dopo: “Su questo sarà la giuria ad esprimersi e lo farà in completa autonomia: da parte mia non ci saranno interferenze.

“I giurati di quest’anno, i cui nomi sono stati presentati dal sottoscritto al cda che poi li ha approvati, sono appassionati di Carnevale, oltre che professionisti ed esperti: sono andati ai corsi mascherati, hanno seguito i vari dibatti sui giornali e sul web e sanno di cosa dovranno tenere conto nell’esprimere i loro giudizi.”

twitter @GorskiPark

(Visitato 161 volte, 1 visite oggi)

LUTTO A VIAREGGIO. MUORE TORCIGLIANI, EX CONSIGLIERE COMUNALE E EX PRESIDENTE ASSORIONi

CALA IL SIPARIO SULLE CARNEVAL NIGHT. GIANNI (ASSORIONI): “UNICA ALTERNATIVA AI RIONI”