MASSAROSA. Ieri sera, al suo  63° giorno di avventura Mauro Talini, il ciclista diabetico partito il  primo gennaio 2013 da Ushuaia – Argentina  per arrivare in  Alaska ha scritto:

“sabato  ho fatto il collegamento satellitare con l’Italia per la cena di raccolta fondi a Pietrasanta in Toscana….. che piacere immenso!!! Grazie a tutti i presenti e anche a quelli che non hanno potuto esserci.
Il pensiero di comunicare con l’Italia oggi mi ha dato una spinta in più…
Infatti sono arrivato prima del previsto…

Mauro aggiunge  sul suo blog “dopo giorni di bevande zuccherate e pochi solidi il mio stomaco mi  ha dato il permesso di mangiare come si deve…. E la pedalata ne ha già giovato insieme finalmente a un percorso umano….potevo evitare 20 km… Sono arrivato oltre Asia a Mala ma andava all’interno e sono tornato indietro…. La cartina me la dava sulla strada e sembrava una buon pueblo…. Le indicazioni lo segnalavano sempre… Oltre le conoscenze giornaliere, oggi dopo tanto ho incontrato una coppia argentina di Buenos Aires in bicicletta… Sono partiti da Cusco e visitano il Perù.
Lima è alle porte…. E domani vi dico chi incontrerò….
Ciao “Estoy bien e esperos anche vos”
Hasta luego!

Il viaggio di Mauro Talini, definito da lui stesso “viaggio dell’anima”  è  supportato continuamente dall’Associazione Internazionale Padre Kolbe Onlus che realizzerà diverse attività di sensibilizzazione e raccolta fondi per sostenere alcuni progetti che le Missionarie stanno realizzando in Brasile, Argentina e Messico.

Mauro è partito il in sella alla sua bicicletta con l’immancabile bandierina che porta lo slogan di “Diabets no limits” e “L’Amore crede nell’impossibile”.

(Visitato 24 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alaska argentina bicicletta ciclismo diabete massarosa mauro talini

ultimo aggiornamento: 05-03-2013


OTTIMI RISULTATI PER L’ATLETICA MASSAROSESE

“UN LIBRO PER MIO FIGLIO”. GENITORI, INSEGNANTI ED EDUCATORI INSIEME PER UN’ESPERIENZA INNOVATIVA