CAMAIORE. Disfatta sul campo di Ferrara dove l’Upc si dimentica di giocare ed esce battuta in poco più di un’ora. La capolista impone la sua legge in tre set veloci dai parziali eloquenti per non dire quasi imbarazzanti.

Sul match c’è poco da dire se non che Ferrara impone il suo gioco su un’Upc fantasma di se stessa che sbaglia tutto quello che può sbagliare e soprattutto non lotta.

“Il risultato ci poteva anche stare – ha dichiarato al termine coach Cravedi – ma non sono abituato a perdere set a 8”. Nonostante la delusione, l’amarezza e soprattutto al fresca arrabbiatura il coach non manca della solita diplomazia: “È un risultato che va digerito con calma e analizzato a mente fredda”.

Nel primo set l’Upc è scesa in campo in formazione base con Dati – Batte in diagonale, Concepito – Amore in banda, Nannini – Bernieri al centro, libero Bergamini. Ferrara schiera Zappaterra, Vaccari, Zambelli, Baraldi, Bergantino, Smanio e Gallotta.

Fino al tredici pari il match è equilibrato, poi Ferrara trova l’allungo, al secondo time-out tecnico è avanti 16-13. Sul 23-17 Cravedi chiama time-out ma il set è in dirittura d’arrivo, i padroni di casa al rientro infilano due punti e chiudono 25-17.

Nel secondo set buono l’avvio dei locali che con Ballotta trovano tre ace consecutivi che costano il posto al libero biancoblu Bergamini e mettono in difficoltà la ricezione del sostituto Lazzotti. Sul 4-1 arriva il primo time-out di Cravedi. L’Upc oggi proprio non c’è e Ferrara dilaga. Sul punteggio di 11-4 Cravedi mette dentro Chiti per Concepito e sul 15-5 Torre subentra a Dati ma il match non cambia. Sicura del risultato anche Ferrara cambia e coach Zambelli fa riposare Gallotta per Agosti (17-6). Sul 20-7 entra Poli per Bergantino e sul 22-10 cambia la regia con Storti per Zambelli. Il set è chiuso sul 25-14.

Nel terzo set il mister dell’Upc cambia la rosa di partenza e dà spazio a tutti. Luperi, Torre e Lazzotti sono dentro per Concepito, Dati e Bergamini. L’avvio è tutto di Ferrara che al time-out tecnico giuda 8-2. Al rientro va a segno e sul 9-2 inizia la girandola di cambi biancoblu con Concepito dentro per Luperi, Chiti per Batte, Picchi per Nannini e Evangelisti all’esordio per Amore, ma il parziale non ha storia e Ferrara sigla sul 25-8 tutta la sua superiorità.

FERRARA – UPC 3-0

Ka Group – Carife Ferrara: Federico Molezzi, Matteo Storti, Enrico Vaccari 9, Simone Zambelli 5, Marco Zanotto, Matteo Baraldi 10, Mario Bergantino 9, Enrico Agosti 3, Luca Smanio 5, Gallotta 12, Federico Poli 1, libero Andrea Zappaterra. All. Zambelli, Nobili.

UPC: Matteo Dati 2, Giorgio Torre 2, Filippo Nannini 2, Diego Bernieri 4, Lorenzo Picchi 2, Livio Concepito 3, Matteo Chiti 1, Tommaso Luperi, Francesco Lazzotti, Marco Bergamini, Filippo Evangelisti, Eugenio Amore 8, Alexis Batte 5. All. Cravedi.

PARZIALI: 25-17, 25-14, 25-8.

ARBITRI: Giancarlo Vitelli e Giuseppina Circolo.

(Visitato 44 volte, 1 visite oggi)
TAG:
3-0 b2 cristiano cravedi ferrara unione pallavolo camaiorese upc volley

ultimo aggiornamento: 09-03-2013


ANCORA RINVII IN TERZA CATEGORIA: L’ATLETICO FORTE ALLUNGA SULLE INSEGUITRICI

INDICAZIONI LUNGO L’AUTOSTRADA, MA I TIFOSI DEL VIAREGGIO AD AVELLINO NON CI SONO