PIETRASANTA. Dopo la personale di Botero ad animare l’estate d’arte di Pietrasanta sarà una collettiva ad alto contenuto d’internazionalità. I nomi sono tutti di primo piano. Qualche esempio? Da Vanessa Beecroft a Robert Combas, a Erro, Jean Pierre Raynaud, Philippe Pasqua, Cesar, Arman, Maurizio Cattelan e Ora Ito.

Un progetto che vede la stretta collaborazione dell’Assessorato alla Cultura con la Fondazione Centro Arti Visive ed il coinvolgimento di numerose istituzioni culturali pubbliche italiane e francesi. Si tratta della mostra “Italia – Francia. Colpo d’occhio” che si snoderà, in luglio – agosto, tra piazza del Duomo, chiesa e sale del chiostro di Sant’Agostino e l’ex convento di San Francesco, sede del CAV. La mostra illustrerà le strette relazioni artistico-culturali che hanno legato Italia e Francia nel corso del XX secolo fino ai nostri giorni. L’iniziativa mette a confronto rappresentanti di spicco delle varie discipline artistiche delle due nazioni, dalla pittura alla scultura, dal design alla video art.

“Ancora un evento – spiega il sindaco Domenico Lombardi – che consentirà a Pietrasanta di aprirsi all’arte contemporanea nei suoi contenuti più internazionali”.

(Visitato 23 volte, 1 visite oggi)

GIORNI ALLA MATURITÀ: IMPAZZANO I RITI SCARAMANTICI TRA GLI STUDENTI VIAREGGINI

ECOVERSILIA, LA FESTA DEGLI STILI DI VITA SOSTENIBILI IL 23 E 24 MARZO A PIETRASANTA