LITE CON CALCI E PUGNI IN PIZZERIA, ARRESTATO IL PIZZAIOLO

LITE CON CALCI E PUGNI IN PIZZERIA, ARRESTATO IL PIZZAIOLO

 VIAREGGIO. Una lite famigliare? Una lite di lavoro? Fatto sta che ben presto il disaccordo è degenerato, e dalle parole si è passati ai fatti. Era passata infatti da poco l’una del mattino quando al 113 arriva la segnalazione di una violenta lite in una pizzeria del Varignano. La Sala Operativa del Commissariato immediatamente invia la Volante che rapidamente arriva sul posto.

Gli operatori trovano, all’interno dell’esercizio pubblico, un uomo che percuote una giovane donna riparatasi dietro il bancone del bar.

Gli agenti si sono così precipitati sulla persona, riuscendo a sottrarre la giovane vittima dalla violenza in atto. L’uomo in preda all’ira gli si scagliava contro, aggredendoli con calci e pugni. Con non poche difficoltà i due poliziotti sono comunque riusciti a bloccarlo, ammanettarlo ed assicurarlo all’interno dell’auto di servizio. In loro ausilio è intervenuta una pattuglia del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri. Gli agenti hanno riportato lesioni lievi medicate presso il pronto soccorso dell’ospedale Versilia.

L’arrestato, identificato per un cinquantenne viareggino, pregiudicato per reati contro la persona e in materia di stupefacenti, lavora come pizzaiolo nella predetta pizzeria. Dalle indagini svolte si evince che il motivo che ha scaturito la lite fra l’uomo e la giovane donna, che risulta essere la titolare della pizzeria, nonché sua figlia, era una sanzione amministrativa, elevata alla stessa nella serata precedente, dalla Polizia Municipale di Viareggio a seguito di un accertamento sul volume eccessivamente alto della musica riprodotta nel locale.

L’uomo è stato arrestato per lesioni, violenza, resistenza, ed oltraggio a Pubblico Ufficiale.

(Visitato 20 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 31-03-2013 18:30