TAGLI AI POSTI LETTO NEGLI OSPEDALI, IL NO DI W L'ITALIA

TAGLI AI POSTI LETTO NEGLI OSPEDALI, IL NO DI W L’ITALIA

(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

VIAREGGIO. “Negli ospedali toscani ci voglio tagliare ancora circa 1.200 posti letto,tra cui è compreso anche il nostro ospedale Versilia, che grazie ai tagli del governo si trova al collasso”.

Lo scrive Fabrizio Pellegrini, coordinatore a Camaiore di W L’Italia.

“Ogni giorno  -aggiunge –  ci troviamo a dover vedere ricoverare tantissimi pazienti senza avere i letti a disposizione, a dimettere pazienti in “fretta e furia” praticamente “buttandoli” giù dal letto, a sospendere interventi chirurgici programmati da mesi,e le liste d’attesa inoltre continuano ad allungarsi. Lavorando in condizioni allucinanti i pazienti sono i primi a risentirne. Purtroppo chi fa le leggi non ha idea di cosa succede davvero nelle corsie…come possono fare interventi mirati se non fanno questo lavoro”.

“Riorganizzare il servizio sanitario nazionale?! Sono d’accordo: che si facciano funzionare i macchinari (ad es. per la tac) a tempo pieno e non solo mezza giornata si riscuoterebbero i relativi incassi, sottraendoli al privato, oggi si fa esattamente l’opposto per favorire i guadagni ai privati, anche le visite potrebbero essere riorganizzate; Un controllo migliore su gli acquisti delle attrezzature diagnostiche ecc…che di solito ci vengono a costare il quadruplo. Quindi propongo che i tagli debbano essere fatti alla politica, riducendo i parlamentari meno della metà che ci costano un’esagerazione e non servono a niente”.

(Visitato 16 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 22-04-2013 15:00