DIVIETO DI BALNEAZIONE TRA MOTRONE E FIUMETTO. VERTICE IN CAPITANERIA

 PIETRASANTA. Questa mattina, in Capitaneria di Porto, si è svolto un incontro tra l’Amministrazione Comunale di Pietrasanta, rappresentata dall’Assessore all’Ambiente Italo Viti, ed il Comandante Pasquale Vitiello, per fare un punto della situazione sulle acque del litorale versiliese, anche alla luce del recente divieto di balneazione che ha interessato le Foci dei Fossi Motrone e Fiumetto.

Al riguardo, i primi risultati confortanti delle analisi eseguite da Arpat abbiano permesso di restringere notevolmente gli specchi acquei interdetti, ad ora limitati al solo tratto a nord del Fosso Motrone fino al bagno “La Fortuna” (come da ordinanza sindacale n° 39 del Comune di Pietrasanta del 20 aprile 2013).

Nel corso della riunione, si è evidenziato come sin dal prospettarsi di questa situazione le Amministrazioni Comunali di Pietrasanta e Forte dei Marmi abbiano attuato le procedure coordinate dalla Guardia Costiera in virtu’ di quanto ribadito anche del corso del tavolo tecnico del 8 aprile u.s., presieduto da S.E. il Prefetto di Lucca, che ha visto i vari attori concordare le linee operative di intervento in virtù dell’ormai iminente esordio della stagione balneare.

E’ stato sottolineato come risultano di difficile comprensione, all’attualità, le cause dell’evento, considerato che il monitoraggio posto in essere anche nel periodo pre-balneare aveva fornito fino ad oggi esiti soddisfacenti.

Con qualche probabilità, la straordinarietà delle precipitazioni anche dei giorni scorsi ha fatto affluire dalle aree più a monte acque reflue con parametri al di sopra dei limiti previsti dalle normative vigenti.

Già nei giorni scorsi il Sindaco Lombardi del Comune di Pietrasanta si era attivato, unitamente ai propri collaboratori, per un monitoraggio della situazione; in particolare, il Comandante della Polizia Municipale Giovanni Fiori, sentita la Guardia Costiera, ha posto in essere accertamenti mirati di polizia ambientale attualmente in corso per evidenziare eventuali fonti inquinanti.

Peraltro, nella tarda serata di ieri, una ulteriore criticità è emersa sul Fosso Fiumetto all’altezza di Via Colombo di Forte dei Marmi, con l’intervento del Sindaco Buratti e dell’Assessore Emanuele Tommasi: anche in questo caso sono in corso accertamenti mentre la Guardia Costeira di Forte dei Marmi e la Polizia Municipale hanno intensificato il monitoraggio dei siti intessati dal fenomeno, che tuttavia nelle ultime ore sembra notevolmente attenuato.

A tal proposito, la Capitaneria di Porto di Viareggio ha rimarcato l’importanza del coordinamento affinchè la conoscenza di tutte le criticità che andranno anche in futuro a presentarsi possa essere la più proficua possibile, raccomandando tutti i soggetti coinvolti, Comuni, Polizie locali, Consorsio di Bonifica, Arpat e Giaia Spa di fornire più notizie ed indicazioni possibili.

Aspetti questi rimarcati anche da S.E. il Prefetto nell’incontro sopra richiamato, cui ha partecipato anche il Corpo Foretsale dello Stato che coadiuva nell’attività di vigilanza la Guardia Costiera.

A brevissima scadenza verrà comunque riconvocato un tavolo tecnico per puntualizzare e rendere sempre più efficaci e celeri le procedure, con il coinvolgimento di rappresentanti di altre amministrazioni, anche non rivierasche.

Aggiornato il: 23-04-2013 17:33