VIAREGGIO. Non ne fa solo una questione politica: non è solo per aver detto no al nome proposto per il Quirinale dal Movimento Cinque Stelle, Stefano Rodotà. Max Bertoni, candidato sindaco M5S, nel criticare il rinnovo della carica di Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ricorda la storia e il sentimento di Viareggio, da quella terribile notte del 29 giugno 2009.

“Il mio rispetto di Napolitano – scrive Bertoni sul suo profilo twitter ufficiale – è pari a quello che ha avuto lui per Viareggio nominando Mauro Moretti Cavaliere del Lavoro”. La ferita è ancora aperta, e non saranno certo i grillini insomma a farla passare nel dimenticatoio.

Bertoni su twitter si spinge oltre. E precisa.  “Napolitano non è il mio presidente. Punto. Se sarò sindaco nel mio ufficio la sua foto non ci sarà, e sarà rimpiazzata da quella del presidente partigiano che non ho mai avuto modo di conoscere, ma che ho imparato ad apprezzare attraverso il ricordo dei tanti che lo hanno conosciuto”. Il chiaro riferimento è a Pertini.

(Visitato 140 volte, 1 visite oggi)

PIETRASANTA, RIAPRE AL TRAFFICO VIA DELLA RESISTENZA

CRISI: AUMENTANO LE DOMANDE DI CASSA INTEGRAZIONE. MA LE RISORSE SONO FINITE