PIETRASANTA. Mostre in chiusura nel complesso di Sant’Agostino. Resta visitabile, infatti, sino a domenica 28 aprile, nella chiesa e nelle sale del chiostro di Sant’Agostino, la grande retrospettiva “Mario Marcucci. Il silenzio delle cose, la musica della pittura”, oltre 100 opere tutte provenienti da collezioni private, selezionate da Manlio Cancogni, Zeno Birolli e Sandro Parmiggiani. Sino a domenica è visitabile anche, a Palazzo Panichi, il percorso espositivo dell’artista Paolo Maggis, uno dei protagonisti della nuova generazione dell’arte contemporanea internazionale, milanese, diviso tra Berlino e Barcellona, poco più che trentenne (classe 1978). Presenta per la prima volta al pubblico il ciclo Stones, composto da cinque grandi tele raffiguranti volti di uomini, con una pietra sulla fronte, simbolo della memoria della terra.

E vale davvero la pena visitare il MuSA di via Sant’Agostino, che ospita la mostra del liceo artistico “Stagio Stagi”. Fino a domenica 28 aprile vi si possono ammirare rilievi architettonici, progetti di design, sculture, gioielli, e tanti disegni e dipinti realizzati con le più diverse tecniche. Sugli schermi del museo sfilano ex allievi, docenti ed ex docenti che rendono omaggio alla scuola. La mostra è visitabile tutti i giorni feriali dalle 16.30 alle 19.30; nei festivi dalle 16.30 alle 23.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.

(Visitato 19 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Chiostro di Sant'Agostino chiusura Cultura eventi mostra

ultimo aggiornamento: 25-04-2013


25 APRILE: GIORNATA DEDICATA ALLA RESISTENZA AL CANTIERE SOCIALE

ANCORA POCHI GIORNI PER PARTECIPARE AL PREMIO “VERSILIA CHIAMA VERSILIA”