CAMAIORE. Diminuire i rifiuti e aumentare la raccolta differenziata. Una posizione precisa, forte e condivisa dai comuni della Provincia di Lucca e da Camaiore in particolare.

L’assessore all’ambiente Davide Dalle Mura ribadisce con decisione la posizione dell’Amministrazione Del Dotto: “Di fronte alle parole espresse pochi giorni fa dal direttore di Ato Costa Toscana Franco Borchi, a cui è seguita una precisa replica da parte del Sindaco di Camaiore, abbiamo ritenuto fondamentale, assieme ad una decina di altre amministrazioni, mettere nero su bianco quelle che sono le nostre posizioni: no all’incenerimento, sì alla raccolta differenziata”.

Quindi, durante l’ultima l’assemblea di ATO a Livorno, il direttore Borchi ha ricevuto il documento, di cui Camaiore è tra i primi firmatari assieme a Lucca, Capannori, Pietrasanta, Seravezza, Massarosa, Forte dei Marmi e altri Comuni: nel testo viene espressa in modo preciso la volontà di superare l’attuale stasi relativa al piano interprovinciale dei rifiuti e indirizzare ATO e tutti i soggetti partecipanti ad un sistema della gestione degli stessi che porti alla diminuzione delle quantità e, di pari passo, all’incentivazione e al potenziamento della differenziata, con l’estensione della raccolta ‘porta a porta’ su tutti i territori di competenza.

Auspicando un dibattito serio e libero, i Comuni chiedono la riqualificazione e la riconversione degli impianti esistenti e, se necessario, la realizzazione di strutture dedicate al trattamento della raccolta differenziata.

“In tutto questo – conclude Dalle Mura – facciamo anche un appello all’Amministrazione Regionale: bisogna abbandonare la politica dell’incenerimento e soprattutto scongiurare il pericolo di un’altra politica del ‘vuoto per pieno’, causata dalla volontà di costruire una terza linea dell’inceneritore di Livorno. Un fatto che porterebbe a 200 mila tonnellate l’anno la quantità di rifiuti richiesta dall’impianto, e vedrebbe i comuni costretti a reperire questa mole di materiale, vincolandoli a pagare anche se non venisse raggiunta”.

(Visitato 36 volte, 1 visite oggi)
TAG:
ambiente camaiore davide dalle mura differenziata rifiuti

ultimo aggiornamento: 30-04-2013


UFFICIO COMPLICAZIONI COSE SEMPLICI: UN CASSONETTO RENDE INUTILE IL MARCIAPIEDE

INCENTIVI AL COMMERCIO, PASSA IL DOCUMENTO PDL A MASSAROSA