RIMOSSO IL LAVARONE DALLA SPIAGGIA DI FORTE DEI MARMI

RIMOSSO IL LAVARONE DALLA SPIAGGIA DI FORTE DEI MARMI

 FORTE DEI MARMI. L’Ufficio Ambiente dell’Amministrazione Comunale di Forte dei Marmi ha comunicato questa mattina alla Capitaneria di porto di ViareggIo che sono state completate le operazioni di raccolta, rimozione e smaltimento dei materiali legnosi ingombranti depositatisi sull’arenile del litorale versiliese (in particolare dal Bagno Dalmazia di Forte dei Marmi verso Nord fino al confine con il Comune di Montignoso) a seguito delle violenti mareggiate di novembre 2012 e marzo 2013.

Le operazioni, rese ancor più difficoltose dalle pessime condizioni metereologiche del recente periodo, sono state eseguite dalle varie ditte autorizzate dalla Civica Amministrazione in sinergia con l’Associazione degli Stabilimenti Balneari, sotto la costante vigilanza della locale Polizia Municipale per i profili demaniali marittimi e di sicuro utilizzo delle spiagge e della Guardia Costiera di Forte dei Marmi per quanto attiene la sicurezza della navigazione, della balneazione e delle altre attività connesse all’utilizzo degli specchi acquei.

Come noto, infatti, a seguito della prima mareggiata, la Capitaneria di porto di Viareggio aveva emesso l’Ordinanza n° 222 del 9 novembre 2012 con la quale, nella zona sopra individuata, venivano vietate la balneazione, la navigazione, l’ancoraggio, la pesca ed ogni altra attività marittima e di superficie nella fascia di 100 metri dalla battigia.

In data odierna, in considerazione del fatto che la zona immediatamente prospiciente alla battigia si presenta sgombra e fruibile per il normale accesso al mare, la Capitaneria di porto ha quindi proceduto con Ordinanza n°53 al ritiro del sopra citato provvedimento interdittivo.

Quanto sopra per consentire nuovamente la libera fruizione degli specchi acquei interessati per la balneazione e le altre attività marittime ivi consentite, fermo restando che gli utenti dovranno fruire del mare prestando la massima attenzione ed osservando le regole principali di prudenza e perizia marinaresca per un tranquillo esordio della stagione estiva, segnalando altresì qualsiasi problematica o situazione di emergenza in mare al numero blu gratuito 1530 della Guardia Costiera.

(Visitato 156 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 30-04-2013 15:30