MASSAROSA, PARTE LA LOTTA ALLA ZANZARA

MASSAROSA, PARTE LA LOTTA ALLA ZANZARA

(foto Andrea Zani)
(foto Andrea Zani)

 MASSAROSA. Si avvicina il periodo estivo e come ogni anno l’amministrazione comunale scende in campo per cercare di contrastare, per quanto possibile, la fastidiosa presenza delle zanzare. Sono partiti nel mese di marzo e proseguiranno, come da calendario, fino a settembre nove cicli antilarvali per tentare di sconfiggere sul nascere il proliferare di questo insetto, seguendo le prescrizioni della AUSL. A partire dal mese di giugno, inoltre, prenderanno il via passaggi mediante il trattamento abbattente con irrogazione nelle ore notturne per eliminare le zanzare adulte. Fondamentale il contributo dei cittadini i quali, con l’adozione di piccoli accorgimenti e precauzioni, possono scongiurare la nascita di focolai larvali.

“L’avvicinarsi dei mesi caldi – dichiara l’Assessore all’Ambiente Damasco Rosi – tra l’altro dopo un periodo caratterizzato da intense piogge che hanno dato origine alla formazione di numerosissimi ristagni d’acqua, come ogni anno fa da preludio alla presenza sul nostro territorio, particolarmente adatto, vista la presenza di numerosi fossi, più o meno grandi, delle fastidiosissime zanzare, in particolare della zanzara “tigre”. Per cercare di contrastarne la presenza, sul nascere e per alleviare il fenomeno, abbiamo, secondo le prescrizioni dell’AUSL, programmato una serie di interventi in alcune aree del territorio.”

“Come oramai noto a tutti – prosegue Rosi – la presenza delle zanzare, ed in particolare della specie “tigre”, non è facile da contrastare, ma si può cercare soltanto di contenere per quanto possibile. La zanzara “tigre”, una specie esotica che è comparsa in Italia da non molti anni, infatti, si sviluppa in tutti i tipi di raccolte d’acqua stagnante o a lento deflusso e deposita le proprie uova in piccolissime porzioni di umidità. Le azioni messe in campo dall’Amministrazione, attraverso i diversi metodi d’intervento, possono senz’altro contribuire all’attenuazione del fenomeno. Tuttavia senza la collaborazione dei cittadini non si possono ottenere risultati o si rischia di vanificare quelli ottenuti”.

“E’ importante, quindi – conclude Rosi – che ognuno di noi presso le proprie abitazioni o luoghi di lavoro segua alcune semplici regole. Il contrasto alla presenza di zanzare si attua, infatti, prevalentemente in fase preventiva, quindi si raccomanda a tutti i cittadini, presso le loro abitazioni, attività o cantieri, di prestare la massima attenzione, per cui ecco alcuni consigli: evitare l’abbandono di contenitori nei quali possano formarsi ristagni, anche temporanei, d’acqua, o svuotare l’acqua in essi contenuta; evitare e rimuovere i ristagni da tombini, caditoie, pozzetti di raccolta e griglie; svuotare fontane o piscine, anche di piccole dimensioni, non in esercizio o introdurvi, se possibile pesci larvivori (es: gambusia, pesce rosso); sistemare contenitori o teli impermeabili in modo tale da evitare la formazione di raccolta di acque piovane; coprire i serbatoi d’acqua; svuotare, almeno una volta a settimana, sottovasi o altri contenitori di uso comune, etc.”

Si ricorda che presso l’Ufficio Ambiente, nei giorni di apertura al pubblico (martedì e giovedì 9-13 e mercoledì 15-17), è possibile ritirare gratuitamente pastiglie antilarvali, da immettere in piccoli ristagni d’acqua, completamente biologiche e senza controindicazioni per l’uomo o gli animali non bersaglio.

Per avere maggiori informazioni, anche per conoscere qualcosa di più sulle regole di comportamento, basta andare sul sito istituzionale del Comune di Massarosa nella sezione Servizi – Ambiente e Territorio – Progetto Disinfestazione 2013.

(Visitato 54 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 03-05-2013 23:01