VIAREGGIO. “Vogliamo ribaltare come proposta operativa da adottare anche a Viareggio il progetto Metropark, presentato nei giorni scorsi dal Comune di Lucca, che consente a coloro che utilizzano i parchimetri della città di poter pagare il parcheggio con uno strumento prepagato a scalare che toglie l’ossessione di dover rientrare all’ora prestabilita.” Così commenta il direttore della Confesercenti Versilia Emanuele Pasquini.

“Da alcuni anni la nostra associazione aveva sollecitato il Comune di Viareggio in questa direzione, dal momento che con i parcheggi a parchimetro il consumatore si trova nell’eterno dubbio di quanto inserire nella macchinetta. Se il tempo di sosta è inferiore a quello programmato finisci per donare alla azienda il tempo residuo; se il tempo di sosta è superiore si finisce in dolorose e cospicue sanzioni.

“Con questo strumento, simile a un telepass a scalare, si liberano le persone dall’obbligo, si paga l’effettivo e – speriamo – si incentiva sia la durata della sosta che la serenità del passeggio o dello shopping. Invitiamo pertanto anche i futuri amministratori di Viareggio a dare uno sguardo a questo progetto e la Mover a verificarne l’adottabilità sul nostro territorio.

“Il secondo elemento interessante di questo percorso, tra l’altro, è la possibilità di associare a questo strumento anche ulteriori campagne di fidelizzazione che Comune, Azienda e commercianti potrebbero realizzare insieme, come campagne promozionali nei negozi della città e dei quartieri che possano restituire ai cittadini che acquistano bonus per la sosta.

“Un modo per venire incontro sui costi del parcheggio e quindi incentivare il consumatore su uno degli oneri percepiti come aggravanti per chi acquista. Auspichiamo che questo progetto dai costi modesti, o qualcosa di analogo, possa essere adottato anche a Viareggio, in attesa che – come ormai sembrano rassicurare tutti i candidati principali – si avvii il percorso per la realizzazione di parcheggi multipiano o sotterranei necessari alla nostra città.”

(Visitato 27 volte, 1 visite oggi)

CAMAIORE, LA MINORANZA RIBADISCE: “NO AL NEO-PROIBIZIONISMO FIRMATO DEL DOTTO”

IL CENTRO COMMERCIALE NATURALE “ESSERE FORTE” RINNOVA IL CONSIGLIO DIRETTIVO