CAMAIORE. Divieto temporaneo di balneazione nei cento metri immediatamente adiacenti alla Fossa dell’Abate. Dopo le rilevazioni effettuate da Arpat e inviate al Comune di Camaiore, il Sindaco Alessandro Del Dotto sta firmando un’ordinanza cautelativa che, seguendo le indicazioni del testo dell’agenzia regionale, vieta la balneazione in un raggio di cento metri circa della zona in oggetto, ritenuto ‘non idoneo’.

“Una scelta inevitabile che va nella direzione della tutela dei cittadini, dei turisti e dell’ambiente – dichiara il Sindaco Alessandro Del Dotto – nell’attesa di nuove analisi, proseguiamo nei lavori tecnici che già abbiamo avviato sull’area, alcuni dei quali si concluderanno a brevissimo termine, mentre altri certamente partiranno nei prossimi mesi, con l’obiettivo di escludere, una volta per tutte e senza nascondere come in passato la testa sotto la sabbia, futuri rischi per la balneazione”.

“Come annunciato dopo i ripetuti tavoli ambientali tra enti e istituzioni – spiegano l’assessore all’Ambiente Davide Dalle Mura e al Turismo Carlo Alberto Carrai – i controlli sugli scarichi sono stati intensificati e proseguono: confidiamo anche nel buonsenso di quei cittadini che sanno di non essere a norma con gli allacci alle fognature nere. Chi non si interessa alle regole è il vero responsabile di questo divieto di balneazione. Si tratta di una vicenda che ci troviamo a gestire dopo un decennio nel quale le questioni ambientali non avevano alcun peso nelle politiche dell’amministrazione”.

“I lavori che stiamo realizzando sulla Fossa dell’Abate servono proprio a risolvere questa situazione incresciosa – conclude il sindaco Del Dotto – una pianificazione a breve e lungo termine, unita a controlli capillari, assicurerà una serenità maggiore a cittadini e bagnanti. È da cose come queste che si vede chi ha a cuore le sorti del proprio Comune e del proprio territorio e agisce di conseguenza, e chi invece ha perso tempo, facendo finta che il problema non esistesse, spendendo energie altrove”.

(Visitato 25 volte, 1 visite oggi)

DUE SEMAFORI GUASTI AL VARIGNANO: PROTESTE DEI RESIDENTI

UN’EDUCAZIONE DI RESPIRO EUROPEO: LE OPPORTUNITÀ OFFERTE DA ETWINNING