Foto Fabio Visconti (Wikipedia)

VIAREGGIO. “Chi, tra la popolazione autoctona di Viareggio ha il coraggio di inoltrarsi, quando cala il buio, nella Pineta di Ponente? Questo parco così piacevole per la sua frescura e per i giochi per i bambini diventa inaccessibile e pericoloso già nelle ore serali, se si ‘osa’ transitare nel territorio degli spacciatori.” Lo scrive la Lega Nord di Viareggio in una nota firmata dalla capolista per le amministrative Maria Domenica Pacchini.

“Negli ultimi mesi, le forze dell’ordine sono riuscite ad arrestare un discreto numero di individui, per altro mettendo a repentaglio la propria incolumità, provvedendo anche a espulsioni e accompagnamenti al Cie. Ma, nonostante questo, non ne sembra diminuito il numero, il che fa pensare che per quanti ne vengono arrestati altrettanti vengono rimpiazzati.

“Sono uomini di età apparente dai venti ai trent’anni, arrivano in bicicletta, e si riuniscono in gruppetti di due o tre e si piazzano sulle panchine nei pressi dell’edicola ubicata sull’angolo tra Via Fratti e Via Vespucci, o su altre panchine risalendo la via Fratti, fino all’altezza del Tabarracci e oltre.

“La sfrontatezza con cui agiscono la dice lunga su quanto le nostre leggi e la nostra giustizia incuta loro timore. Gran parte di questi è spesso clandestino ma abita, si muove, si nutre e magari invia denaro nel paese di origine, senza subire capillari controlli sul money transfert o sulla residenza. Quando sono colti in flagranza di reati minori, come il furto di biciclette, vengono solo denunciati a piede libero a scapito della sicurezza dei cittadini che vivono una situazione di disagio quando devono uscire a passeggio col cane o di ritorno dal supermercato o per gustarsi un gelato.

“Grazie alla Bossi-Fini, ancora qualche strumento per arrestarli o espellerli, in presenza di reati più gravi, lo abbiamo. Noi crediamo che debba essere applicata quella Legge e quelle pene così osteggiate da coloro che vogliono coltivare il proprio serbatoio di voti in questa massa di popolazione “futura” e di quelle organizzazioni che si arricchiscono lucrando sul sociale.”

La Lega Nord nella giornate di sabato 11 e domenica 12 maggio, ha effettuato una raccolta di firme “per mantenere il reato di clandestinità, riscuotendo un notevole successo in numero di adesioni”. Questa iniziativa continua sabato 18 al mattino in via Maroncelli presso il mercato e domenica 19 maggio dalle 13 nella Pineta di Ponente, dove sarà presente l’onorevole Mario Borghezio e dove nell’occasione la Lega Nord offrirà anche della porchetta.

(Visitato 114 volte, 1 visite oggi)

MARCUCCI (PDL) SPONSORIZZA CIMA: “A VIAREGGIO BISOGNA RIPORTARE CONCRETEZZA”

LA PROPOSTA DEL MOVIMENTO 5 STELLE: “A VIAREGGIO UNA SPIAGGIA PER I CANI”