VIAREGGIO. Un patrimonio da reinventare a misura di giovani: è il lato nascosto di Villa Borbone, il palazzo voluto dalla Duchessa Maria Luisa a fra Viareggio e Torre del Lago, oggi nel cuore dell’area Parco.

“La villa è stata restituita all’antica bellezza ma intorno c’è un piccolo villaggio abbandonato a se stesso che ha tutte le caratteristiche per farsi apprezzare dal turismo anagraficamente più ‘verde’ “, spiega Paolo Spadaccini, candidato sindaco della lista Viareggio Popolare.

“Cascinali e scuderie che oggi cadono a pezzi sono ancora proprietà della famiglia Barsanti e con loro dovrebbe parlare il Comune per rianimare anche questa parte della Villa: ristrutturati, con massima fedeltà all’architettura originale, questi edifici sarebbero ostelli perfetti per giovani comitive in visita a Viareggio e Torre del Lago, per studenti stranieri e spazi nuovi da offrire ai nostri ragazzi.”

Da sfruttare insieme a quel teatro naturale che è il Giardino Sonoro della Villa, riaprendo magari qualche pagina di storia domestica finora rimasta troppo chiusa: “Nella cappella mausoleo sono sepolti i sovrani di Lucca e i loro discendenti, un piccolo capitolo di passato che, insieme a tanti altri, il Comune ha il dovere di raccontare ai cittadini di oggi e di domani, per non perdere la sua identità.”

(Visitato 71 volte, 1 visite oggi)

CAMAIORE, È GUERRA LEGALE TRA COMUNE E PONTILE PROJECT

AMMINISTRATIVE A VIAREGGIO, IL TACCUINO ELETTORALE DI VENERDÌ 23 MAGGIO