(foto Andrea Zani)

VIAREGGIO. “Siamo tornati a Viareggio tre anni fa, andarsene adesso non avrebbe avuto senso”. Alessandro Bertolucci parla per sé e per il fratello Mirko. Una scelta, quella di rimanere al Cgc, dettata dal cuore e non dal portafoglio.

“Era prevedibile che saremmo riusciti a trovare un accordo – spiega lo “zingaro” – c’erano diverse cose in ballo. Col presidente Palagi ci siamo incontrati un paio di volte ed abbiamo sistemato tutto”.

Per i fratelli Bertolucci non c’è stata soltanto la volontà di mantenere su alti livelli la prima squadra, ma anche quella di proseguire il lavoro iniziato con i bambini: “La leva hockey per noi è molto importante – aggiunge Alessandro – ed anche il Presidente ha voluto che proseguissimo su questa strada. Abbiamo girato tanto nella nostra carriera, ma in questi mesi non abbiamo mai pensato di riallontanarci, anche se il Lodi si era interessato a noi. Siamo felicissimi di esser rimasti al Cgc”.

(Visitato 21 volte, 1 visite oggi)

BEACH SOCCER: CARPITA, MARINAI E RAMACCIOTTI CONVOCATI IN NAZIONALE

VIAREGGIO, ENTRO IL 20 GIUGNO VANNO DEFINITE LE COMPROPRIETÀ