VIAREGGIO. Accordo raggiunto questa mattina (mercoledì 12 giugno) in Prefettura a Lucca fra le organizzazioni sindacali Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Multiservizi-Forte dei Marmi: le parti si erano riunite a seguito dello stato di agitazione, con relativo pacchetto di ore di sciopero, deciso dall’assemblea dei dipendenti del comparto farmacie. Lo scopo quello di evitare astensioni dal lavoro in un servizio pubblico importante.

Bene a Forte dei Marmi… La mediazione della Prefettura e la disponibilità delle parti ha reso possibile il raggiungimento di intese che di fatto interrompono l’applicazione del contestato, da parte sindacale, regolamento A.S.So.Farm. e dunque dal 1° luglio prossimo si tornerà all’applicazione del contratto collettivo nazionale di lavoro, scaduto ed in attesa di rinnovo, almeno fino al 31 dicembre o qualora venisse prima rinnovato il contratto delle farmacie municipalizzate.

Multiservizi-Forte dei Marmi procederà a conguagliare ai propri dipendenti le differenze retributive prodotte con l’applicazione del regolamento A.S.So.Farm. nel periodo 1 gennaio-30 giugno 2013.

Soddisfazione della parte sindacale che ha revocato lo stato di agitazione e le iniziative ad esso collegate, rinnovando la propria disponibilità al dialogo qualora dovessero verificarsi situazioni che impongono il confronto tra le parti.

…problemi a Camaiore. L’assemblea dei dipendenti delle farmacie comunali di Camaiore, svoltasi in data 11 giugno, ha aperto il confronto in ordine alle problematiche legate allo sviluppo commerciale e all’andamento economico delle farmacie: su questi temi è emersa nel corso del dibattito una forte preoccupazione per i segnali che giungono ai lavoratori.

Le organizzazioni sindacali si sono attivate per ottenere un incontro con il presidente della Pluriservizi Camaiore SpA e con il sindaco Del Dotto. “In particolare si vuole comprendere quale sarà per il futuro la linea che si intenderà seguire per rafforzare le farmacie comunali”, scrivono Giampiero Guidi (Fisascat-Cisl) e Lino Giovannelli (Filcams-Cgil) in una nota. “Si ritiene da parte sindacale che esistano forti potenzialità nel settore che andrebbero valorizzate per un incremento ed un rilancio del servizio pubblico che questo tipo di attività è in grado di offrire, esprimendo da subito la piena contrarietà ad ogni ipotesi di vendita e privatizzazione del servizio.”

(Visitato 36 volte, 1 visite oggi)

MASSAROSA ADERISCE AL ‘PATTO DEI SINDACI’ PER LA RIDUZIONE DELLA CO2

GRANDE FESTA ALLA BAITA VERDE DI CAMPOALLORZO