VITELLI (CITTADELLA DELLA PESCA): "ATTENDIAMO DI ESSERE CHIAMATI DAL SINDACO BETTI" - La voce degli Enti Versiliatoday.it

VITELLI (CITTADELLA DELLA PESCA): “ATTENDIAMO DI ESSERE CHIAMATI DAL SINDACO BETTI”

(foto Raffaele Righini)
(foto Raffaele Righini)

VIAREGGIO. “Con il Sindaco Betti ci siamo sentiti quando ancora non aveva vinto le elezioni; lo abbiamo incontrato da candidato alle primarie del Pd; con  Lui ci eravamo sentiti e scambiati opinioni e valutazioni quando era consigliere comunale nella precedente esperienza amministrativa e quando era collocato in un ruolo di opposizione”.

Lo scrive Niclo Vitelli, Presidente della Cittadella della Pesca.

“Sulla situazione della pesca e della marineria viareggina sappiamo dunque molto bene cosa pensa e quelli che sono i suoi indirizzi. Noi li abbiamo condivisi e li condividiamo. Su questi temi per come si sono espressi i vari candidati a Sindaco ,taluni dei quali oggi in Consiglio Comunale, si può’ dire ci sia ampio e diffuso consenso. Però le cose , almeno fino ad oggi, non sono andate come dovevano e non sono andate con quella velocità’ che tutti auspicavano. Il nuovo mercato ittico e’ ancora un’incompiuta , pur avendo fin dalla fine della amministrazione Marcucci le risorse disponibili. I lavori languono tra le crisi delle imprese appaltatrici e i nuovi appalti e la struttura rischia di deteriorarsi prima ancora che sia terminata. Le dimenticanze progettuali ed operative della vecchia amministrazione – la più rilevante era quella della mancanza degli allacci delle utenze-erano state  rimediate dall’iniziativa regionale delle Associazioni professionali della pesca, dalla disponibilità’ dei fondi europei Fep e dal l’impegno della struttura comunale . Dunque ci sono tutte le condizioni per chiudere alla svelta, per recuperare il tempo perso e le incertezze della vecchia amministrazione: volontà’ politica, risorse nuove dinamicità amministrative. Noi chiediamo di incontrarci e concordare un crono-programma di lavoro per arrivare entro l’anno alla consegna del nuovo mercato ittico.

Perché è  importante? Perché’ con esso si potrà’ liberare definitivamente il vecchio  e destinarlo alle  attività’ tecnologiche e di innovazione e ai servizi avanzati  per la nautica che anch’essa vive una fase di incertezza e di difficoltà’; perché’ con la gestione diretta della Organizzazione dei Produttori già’ costituita si potrà’ riportare il pescato nel mercato, si potrà’ dar vita ad un protagonismo nuovo nella filiera dei produttori  e recuperare reddito per tutte le imprese; si potrà valorizzare, inoltre, il pescato locale e quello che ha più’ difficoltà’ ad essere piazzato sul mercato perché’ poco conosciuto.

Sappiamo che il Sindaco Betti, a cui vanno i nostri più’ sinceri auguri di buon lavoro, è impegnatissimo ed alle prese con una difficile eredità’ sotto tutti gli aspetti, ma pensiamo che su questo versante le premesse ci siano tutte- quelle economiche e quelle politiche- per una “accelerazione di recupero” e per un lavoro che veda la convergenza di tutte le forze presenti in Consiglio Comunale  come era successo nel Febbraio dello scorso anno con l’ Amministrazione Lunardini.

Siamo quindi in attesa e disponibili ad essere chiamati per riprendere la discussione e per costruire insieme un programma”.

 

 

(Visitato 154 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 27-06-2013 12:30