VIAREGGIO. I Cavalieri del Mare tornano da Vasto con la convinzione di non dover rimpiangere i big che se ne sono andati – Juninho su tutti – visto che dispone di giovani interessanti e di prospettiva, che già nelle prime tre gare del Super Eight si sono messi in evidenza.

Il presidente Federico Fruzzetti spende belle parole per il gruppo: “Per essere la prima tappa i ragazzi hanno fatto vedere ottime cose – analizza – anche perché hanno cercato di proporre gioco e non di correre dietro al pallone come fanno molte altre squadre, anche perché, così facendo, le possibilità di vincere le partite aumentano. Contro il Bari, ad esempio, ci sono adeguati ai loro ritmi e per questo ero molto arrabbiato, poi abbiamo cambiato atteggiamento e ci siamo presi i tre punti”.

Un torneo, il Super Eight, dove le squadre da battere sembrano Roma e Lazio: “Sono quelle che hanno qualcosa in più – ammette Fruzzetti – anche se nell’ultimo tempo contro la Roma abbiamo dominato. Per il resto possiamo giocarcela tranquillamente con tutti, a patto di riuscire ad esprimere le nostre qualità. Io esigo che la mia squadra dia spettacolo come facevano i vecchi Cavalieri del Mare”.

E sui giovani di belle speranze, Fruzzetti ne cita due in particolare: “Della Casa Marchi e Genovali sono due mie scoperte di cui vado fiero – dice – perché hanno già tirato fuori colpi notevoli per la loro età. Il futuro è dalla loro parte e sicuramente possono migliorare in un gruppo dall’età media davvero bassa”.

C’è poi una menzione speciale per Capo: “È il giocatore più forte che abbiamo in rosa, ha giocato da vero campione a Vasto. Inoltre è un grande professionista, perché molto spesso si allena da solo, per migliorare la sua condizione atletica”.

(Visitato 70 volte, 1 visite oggi)

AL “BEACH STADIUM” IL TREDICESIMO TORNEO “CARLO ROMANI”

IL PIAN DI CONCA SUPERA LO STIAVA E FA SUO IL TROFEO DELLE FRAZIONI DI MASSAROSA