(super8beachsoccer.it)

VIAREGGIO. “Il beach soccer è uno sport che deve far divertire. Non si deve correre dietro al pallone, bisogna giocarlo”. Federico Fruzzetti mette l’estetica al primo posto. Anche a discapito dei risultati: “Vincere senza creare azioni spettacolari non ha alcun senso”, aggiunge.

I Cavalieri del Mare a Lignano Sabbiadoro lo hanno accontentato a tratti: sconfitta brutta con la Lazio, vittorie contro Inter e Romagna, dove c’è stata qualità, ma ad intermittenza. “Nella prima partita abbiamo giocato malissimo, non siamo riusciti a fare ciò che di solito ci riesce in allenamento. A livello di singoli siamo incredibili, quando ce lo ricordiamo. Dobbiamo imparare ad esprimerci meglio”.

Il presidente dei versiliesi lancia messaggi chiari alla sua squadra. Il terzo posto attuale (11 punti, contro i 18 di Roma e Lazio capoliste) lo soddisfa: “Questo è il massimo che potevamo ottenere, per ora va bene così”. Eppure la tappa di Lignano qualche altra certezza gliel’ha lasciata: “Abbiamo costruito un paio di azioni che il pubblico ha accompagnato con i boati. Noi puntiamo sempre sulla qualità”.

Carlo Capo è stato nominato miglior giocatore della tappa. Prossimo appuntamento col Super Eight da venerdì a domenica, sul litorale di Ostia.

 

(Visitato 34 volte, 1 visite oggi)

IN VERSILIA UN TALENT GAME DEDICATO ALLO SPORT

BRUNO MARTELLA SI SPOSTA DI 20 KM: DAL VIAREGGIO PASSA AL PISA