SAN ROSSORE. Piaggerta apre i battenti: tre cascinali immersi nel Parco regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli per il turismo sociale e laboratori d’educazione ambientale. Il tutto a misura di “diversamente abile” e di persone con bisogni speciali. Per vivere una vacanza in un paesaggio incontaminato, assistendo allo spettacolo di una notte con stelle che difficilmente si riescono a vedere in città, visitando il Parco, e con la possibilità, per il periodo estivo, di usufruire della spiaggia del Gombo.

Piaggerta, dal passato agricolo al presente “sociale” – La località Piaggerta è situata all’interno della Tenuta di San Rossore nella zona più settentrionale della tenuta, in una “striscia” di terreno all’interno del Comune di San Giuliano Terme compresa tra la riva sinistra del fiume Serchio e il mare. Gli edifici furono utilizzati per finalità agricole già dalla fine del Settecento, come casa colonica e sede di attività rurali.

Il progetto di recupero – Il progetto di recupero, gestito dalla Società della salute – Zona Pisana, si è posto come obiettivo primario la ristrutturazione e la riqualificazione dei tre edifici per un utilizzo a scopo turistico ricettivo. Le attività hanno permesso di restituire decoro alle strutture esistenti per un utilizzo di natura sociale e per la creazione di un’offerta centrata sul turismo culturale, ambientale e naturalistico, che sarà destinata, grazie alla ricettività e alle attività funzionali al sociale – quali l’assistenza e il recupero delle disabilità, della marginalità e dei soggetti in condizioni svantaggiate – a soddisfare gli utenti con bisogni speciali. La ristrutturazione, costata 1,1 milioni di euro, è il frutto della collaborazione fra Società della Salute della Zona Pisana (70mila euro), Asl5 (130mila euro), Parco di Migliarino-San Rossore-Massacciuccoli (700mila euro), Comune di San Giuliano Terme (100mila euro) e Regione Toscana (42mila euro).

I Casali – La tre strutture, gestite da Paim in collaborazione con Copisa, possono ospitare in tutto 40 persone in 15 camere da letto. In totale dodici stanze doppie, 1 camera da 4 posti e due camere con 6 letti. I due immobili più grandi sono dotati di cucina e sala da pranzo. Nel terzo una vasca idromassaggio e spazi idonei per laboratori di educazione ambientale e attività artistico-ricreative.

Turismo Sociale e come prenotare – Il soggiorno a Piaggerta è riservato a famiglie e gruppi di persone in cui almeno uno dei componenti ha bisogni speciali. Dai diversamente abili agli anziani. Negli scorsi giorni hanno pernottato gli utenti di una casa-famiglia per disabili. Una famiglia del nord Italia con un figlio disabile ha già prenotato per i giorni immediatamenti successivi all’inaugurazione. Dal giorno del taglio del nastro sarà possibile prenotare: sul sito www.dormirenelparco.it, chiamando lo 050/779494, o mandando una mail a [email protected]Prezzo sociale contro la crisi: il prezzo base è di 15 euro a notte per persona, che può scendere prenotando per più giorni.

La dichiarazione di Marco Filippeschi, sindaco di Pisa e presidente della Società della Salute: – «Piaggerta coniuga tre aspetti molti importanti per il territorio pisano: il turismo, l’ambiente e l’attenzione per il sociale. Con questa iniziativa aumentiamo la fruibilità del Parco di San Rossore per le persone con bisogni speciali, promuovendo contemporaneamente la vocazione di Pisa per il turismo ambientale»

La dichiarazione di Fabrizio Manfredi, presidente del Parco: – «Grazie alla Società della salute si chiude con successo un percorso avviato alcuni anni fa, ma che oggi ben si sposa con la volontà, espressa chiaramente dall’Ente Parco, di procedere ad una razionalizzazione dell’uso degli immobili nella Tenuta di San Rossore, indispensabile per dare valore a ciascuno di essi e per puntare anche in futuro sulle strutture per cui siano presentati progetti validi e credibili. Il turismo che sarà alimentato dalla gestione di Piaggerta, oltre ad avere una fondamentale funzione di carattere sociale, contribuirà senza dubbio ad arricchire le comunità locali e a garantire una consapevolezza della ricchezza del patrimonio ambientale a due passi dalla città di Pisa.»

La dichiarazione di Giuseppe Cecchidirettore della Società dalla Salute: – «Con questa struttura offriamo agli utenti dei nostri servizi sociali, dai diversamente abili agli anziani con le loro famiglie, la possibilità di godere del Parco e di vivere un’esperienza unica. Con l’obiettivo di accrescere il benessere psicofisico. Il tutto integrato con il ricco programma di percorsi socio-riabilitativi ed educativi che portiamo avanti da anni»

La dichiarazione di Paolo Panattoni, sindaco di San Giuliano Terme – «Siamo contenti e soddisfatti che questo percorso vada a buon fine. Gli sforzi portati avanti in collaborazione da tutti i soggetti in campo, tra cui il Comune di San Giuliano, hanno portato un risultato che vale doppio: la ristrutturazione di un immobile e il suo utilizzo con finalità etiche e sociali»

La dichiarazione di Giancarlo Freggia, presidente di Paim – «Paim con la gestione delle residenze per portatori di “bisogni speciali” di Piaggerta completa la sua offerta integrata di servizi per la persona, anche dal punto di vista dell’ospitalità turistica. Lo faremo guardando ad una domanda nazionale ed europea, perché unico è il contesto ambientale in cui ci troveremo ad operare, ma anche e soprattutto alle necessità del territorio, in stretto raccordo con la Società della Salute della Zona Pisana e con il diretto coinvolgimento dell’Ente Parco di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli».

(Visitato 98 volte, 1 visite oggi)
TAG:
parco san rossore PIAGGERTA

ultimo aggiornamento: 10-07-2013


CAMAIORE, AL VIA I SOGGIORNI ESTIVI PER LA TERZA E QUARTA ETÀ

QUERCETA, MISS PALIO 2013 È LISA DELLA CONTRADA RANOCCHIO (FOTOGALLERY)