(foto Galatea Versilia)
(foto Galatea Versilia)

FORTE DEI MARMI Le misure cautelari disposte dalla magistratura di Torino nei confronti degli arrestati per l’inchiesta Fonsaii fatti contestati riguardano l’occultamento al mercato di un “buco” nella riserva sinistri di circa 600 milioni di euro che avrebbe originato la distribuzione di utili anziché il ripianamento delle perdite – sono state eseguite dalla Guardia di Finanza in diverse città. Salvatore Ligresti ha avuto la notifica dei domiciliari nella sua casa di Milano; la figlia Giulia è stata fermata nel capoluogo lombardo e trasferita in carcere; l’altra figlia Jonella è stata raggiunta a Cagliari, dove era in vacanza e portata nel carcere cittadino. Gioacchino Paolo Ligresti, altro figlio di Salvatore, è l’unico che non è stato rintracciato e si trova in Svizzera: allo stato risulta ricercato.

Ad Emanuele Erbetta l’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata notificata a Novara, dove l’uomo vive. Fausto Marchionni è stato raggiunto a Forte dei Marmi e trasferito ai domiciliari nella sua casa in provincia di Cuneo. Antonio Talarico, infine, ha ricevuto la notifica dei domiciliari nella sua abitazione di Milano.

(fonte Ansa)

(Visitato 33 volte, 1 visite oggi)
TAG:
arresti bilancio buco caso fonsai Forte dei Marmi inchiesta ligresti

ultimo aggiornamento: 17-07-2013


HOCKEY, I CALENDARI 2013-14. CGC ESORDIO A BREGANZE. ASD E ALIMAC INCONTRANO BASSANO E SARZANA

AGGRESSIONE PER LE VIE DI CAMAIORE. ARRESTATO UN GIOVANE