MASSAROSA. C’è anche il presidente di Sermas, l’azienda al 100% del Comune di Massarosa, tra i dodici gli indagati per la vicenda del secondo fallimento della Lucchese calcio, riguardante la gestione Giuliani-Valentini. La procura ha emesso l’avviso di chiusura delle indagini preliminari nei confronti di dirigenti, azionisti e amministratori della società.

Nel dettaglio i destinatari del provvedimento sono l’imprenditore pratese Giovanni Valentini (azionista di maggioranza), il figlio Marco (come membro del consiglio di amministrazione), Giuliano Giulini (presidente della società fino al gennaio del 2011), Fabrizio Biagioni (membro del cda e poi presidente al posto di Giuliani), Marco Scaltritti e Ugo Giurlani (membri del consiglio di amministrazione fino al 31 ottobre del 2010), Giuseppe Bulleri (amministratore unico dal giugno del 2011), il direttore sportivo Paolo Giovannini, il liquidatore Vladimiro Cogilli Faggioli e i tre membri del collegio dei revisori: Gabriele Nencini, Raffaella Andreotti e Giuliana Neri.

 Il geom. Fabrizio Biagioni, classe 1970, viareggino, è project manager ed amministratore di alcune società immobiliari sia in Italia che all’estero ed esperto di management aziendale.  E’ stato presidente della Lucchese Calcio e di recente è stato nominato alla guida della partecipata Sermas di Massarosa in sostituzione del presidente dimissionario Battaglia.

 

(Visitato 191 volte, 1 visite oggi)
TAG:
calcio fabrizio biagini fallimento indagato Lucchese massarosa sermas

ultimo aggiornamento: 23-07-2013


Forte dei Marmi, Buratti nega anche l’ombra gratis

Biagioni indagato, Del Soldato: “Non riguarda Massarosa, valuteremo la questione con il sindaco”