LIDO DI CAMAIORE. Rovinata dalla ruggine, messa a repentaglio dal salmastro. Che ne ha intaccato non solo la vernice esterna, ma anche le infrastrutture portanti. Pessime le condizioni in cui si trova da anni la passerella pedonale  sulla Fossa dell’Abate al confine tra Lido di Camaiore e Viareggio, percorsa ogni giorno da migliaia di persone, a piedi o in bicicletta. Lo denuncia il consigliere comunale del gruppo misto Riccardo Bonuccelli (Popolare Democratic Cristiani), che afferma che la ruggine ha già intaccato anche le strutture portanti del ponte. “Ben ricordo – scrive – quando in Consiglio Comunale deliberammo anche l’opera pubblica della passerella sulla Fossa dell’Abate a Lido come naturale continuazione delle due passeggiate e delle due piste ciclabili. Ritengo che con 50 euro l’anno di buona vernice ed un pennello si può già fare una buona manutenzione di questo ponte”.

“Tra un po’ – dice Bonuccelli – ci vorranno 50 mila euro: infatti è attaccato dalla ruggine e corroso dal salmastro anche nelle parti strutturali ove si innestano i tiranti dei parapetti Un vero esempio di degrado del patrimonio pubblico – accusa il consigliere comunale di minoranza – e non

35f792be22846a6e41a71367e548d8e6rispetto dei soldi dei contribuenti”.

“Ritengo giunto il momento – dice Riccardo Bonuccelli – davvero di incominciare a tirare le orecchie a qualcuno. Occorre attribuire mandati precisi di controllo sulle manutenzioni delle opere pubbliche ai singoli funzionari degli uffici preposti con precisi incarichi di responsabilità La crescita impetuosa, e da sempre inarrestabile, del prelievo fiscale anche degli enti locali è dovuto anche a questo menefreghismo strisciante. Invito tutti i Cittadini ad individuare e a denunciare casi analoghi sul territorio a difesa delle nostre tasche e del patrimonio comune”.

(Visitato 95 volte, 1 visite oggi)

Caso Biagioni. Coluccini insiste: “Chiarezza sulla gestione Sermas”

Domenico Lombardi: “Se al pontile di Marina ci sarà una rete sarà per volontà della giunta”