VIAREGGIO. Nel maggio del 2011 la Polizia di Lucca aveva concluso l’ operazione Easy Versilia, condotta dalla Squadra Mobile nei confronti di una associazione a delinquere composta da cittadini ungheresi dediti allo sfruttamento della prostituzione di giovani connazionali nella zona della Versilia e a Genova. Come si ricorderà, erano state eseguite le richieste misure cautelari nei confronti dei compartecipi, eseguite come appresso specificato.
Era rimasta ineseguita la misura della custodia cautelare in carcere a carico del quinto compartecipe, un ungherese del 1976, che è stato rintracciato in un albergo di Bibione (VE) e, a distanza di due anni dai fatti, tratto in arresto dai Carabinieri di Bibione i quali, saputo della indagine a carico del medesimo, hanno chiesto gli atti alla Squadra Mobile di Lucca che ha loro inviato l’ ordinanza del GIP dr. Silvestri consentendone così l’ arresto. Si soggiunge che nel corso dell’ operazione furono sequestrate dai poliziotti ben 5 case di appuntamenti tra la Versilia (via Aurelia e via Felice Cavallotti a Viareggio) Genova.

(Visitato 44 volte, 1 visite oggi)

Gli scatti più belli del Versilia Summer 2013: tutti i vincitori

Tre fratelli rom fermati per furto aggravato alla Migliarina. Il più piccolo ha nove anni