CAMAIORE. “Tra i settanta e gli ottantamila euro, gran parte dei quali coperti da sponsor”. Così il sindaco di Camaiore Alessandro Del Dotto aveva risposto precisando i costi del Festival Gaber a Camaiore. Ora, a manifestazione conclusa, si scopre che in realtà la manifestazione è costata quasi il doppio.

La manifestazione è terminata da poco, suscitando grande interesse tra gli stessi camaioresi e tra le centinaia o addirittura migliaia di turisti che hanno partecipato ad una delle tante serate organizzate in centro storico. Qualche sporadica protesta si è registrata, ma il successo della manifestazione ha stregato tanti.

A conti fatti però si scopre che il festival portato a Camaiore è costato molto più del previsto. Molto più almeno della cifra che il sindaco di Camaiore aveva annunciato alla stampa all’indomani delle dimissioni dell’ormai ex assessore Veronica Cortopassi.

(foto Alberto Macaluso)
(foto Alberto Macaluso)

Gli ottantamila euro annunciati infatti sono sono quelli della prima delibera di giunta, affidati direttamente dal Comune alla Fondazione Gaber. Poi però, praticamente dal giorno dopo, due dei dirigenti del Comune emettono una serie di determina specifiche, che hanno sempre a che fare con la manifestazione, ma che fanno lievitare ai costi, quasi raddoppiati alla fine. Si va dallo smontaggio del palco per 10.520 euro al contratto con agenzie e associazioni di sicurezza, dall’impianto elettrico per portare il Gaber nel teatro dell’Olivo (4.100 euro) a quello di palazzo Littorio (6.050 euro). E poi c’è l’affitto del palco, anche questo a carico del Comune: altri 15.657.

Insomma tra la prima delibera di giunta e le successive 16 determine si passa da 80 mila euro alla cifra complessiva di 145.373 euro. Questo insomma il costo reale sostenuto dal Comune di Camaiore per portare la manifestazione in centro storico. Se poi parte di questa spesa è stata coperta da sponsor è un’altra questione, tra l’altro ancora tutta da dimostrare.

(Visitato 139 volte, 1 visite oggi)
TAG:
143 mila euro camaiore costi festival gaber spesa sponsor

ultimo aggiornamento: 31-07-2013


Cercasi idee per l’area Benelli, l’Arlecchino e il Magazzeno

Edilizia, le quattro mosse della Regione per uscire dalla crisi