PIETRASANTA. Continua a far discutere il concerto senza coro tenuto la scorsa settimana alla Versiliana per l’improvviso sciopero dei musicisti del Carlo Felice di Genova. Dopo le parole di spiegazione dei musicisti, interviene Umberto Guidugli, Presidente della Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana, che pare voler mettere la parola fine alla polemica.

“Il concerto del 3 agosto al Teatro della Versiliana, per il 200° anniversario della nascita di Giuseppe Verdi, per noi l’evento più importante della stagione, ha avuto, com’è noto, un epilogo ben diverso dal previsto. Senza in questa sede entrare nel merito delle motivazioni che hanno dato luogo all’accaduto – scrive Guidugli – ci preme ringraziare pubblicamente e calorosamente tutti coloro che a vario titolo hanno contribuito affinché la serata sia stata brillantemente portata a termine con la soddisfazione di tutti”.

“In primo luogo i cantanti Maria Agresta, Francesco Demuro e Gabriele Viviani, artisti di assoluto valore, e la bravissima Beatrice Benzi, pianista in forza al Teatro della Scala, resasi disponibile grazie all’interessamento dell’impresario Gianluca Macheda , i quali, dopo aver saputo del cambiamento di programma solo nel primo pomeriggio, hanno reso ugualmente possibile il concerto che, pur diverso dalle attese, è stato ugualmente bellissimo e di elevato spessore artistico. Un grazie anche a tutti gli ospiti e ai nostri soci che in oltre 1.500 hanno gremito il teatro, hanno compreso le motivazioni del cambio di programma e hanno seguito fino all’ultimo la magnifica serata tributando calorosi e meritati applausi. Siamo spiacenti di non aver potuto offrire lo spettacolo annunciato e nello stesso tempo felici di aver potuto godere di un concerto ugualmente prestigioso”.

 

(Visitato 37 volte, 1 visite oggi)

Il vessillo di Montemagno sventola sulla croce del Monte Prana

La foto del giorno