LIDO. Dominio assoluto degli Sventrapapere, per il terzo anno consecutivo, al prestigioso “Memorial Diego Malfatti” tenutosi anche quest’estate al Parco Pitagora. I ragazzi terribili, provenienti in gran parte dalla locale squadra del Vela Basket Viareggio, hanno confermato il loro strapotere durante tutta la 15° edizione, uscendone addirittura imbattuti e dimostrando grandi doti tecniche e caratteriali sia in alcune importanti individualità che nel gioco di squadra.

Vittoria avvalorata ancor di più dal numero delle partecipanti, otto compagini provenienti da Viareggio, Pietrasanta, Forte dei Marmi e una forte rappresentativa di Sarzana, che, divise in due gironi, hanno dato vita ad una fase eliminatoria equilibrata e nella quale, per la definizione delle classifiche che decidevano le semi-finaliste, si è dovuto addirittura attendere l’ultima giornata.

Rispettando i pronostici, le finaliste della precedente edizione si sono aggiudicate il primo posto nei rispettivi gironi, ma in semifinale i vice detentori dei Mai senza dovevano arrendersi nel derby pietrasantino ai cugini dei Mai sazi, che raggiungevano così in finale appunto gli Sventrapapere, usciti vincitori dall’altra semifinale stoica e combattuta contro i fortissimi Jhonnie Fox’s di Sarzana.

La finale si è disputata giovedì 25 luglio e le due squadre hanno dato vita ad una partita bellissima. Dopo il primo quarto di studio, già dal secondo i viareggini imponevano 10 punti di vantaggio chiudendo la prima frazione sul 36-27. Nonostante una seconda metà di gara più equilibrata e un Manuel Ferrari cecchino imprendibile con 26 punti, i Mai sazi non riuscivano a colmare il divario e così, guidati in cabina di regia da uno strepitoso Stefano Ghiselli, premiato meritatamente come miglior giocatore della finale, e da Ivan Raffaelli autore di 27 punti, i ragazzi di coach Di Bella chiudevano la contesa sul 74-68.

Davanti ad un folto ed entusiasta pubblico, la signora Anna, mamma di Diego, nonostante le precarie condizioni di salute, ha premiato con gioia ed emozione i vincitori con una bella coppa; il già citato Ferrari col premio “Fair-play – Diego Malfatti” come giocatore più corretto della finale offerto dalla sezione viareggina dell’associazione “Veterani dello sport” e, per il secondo anno di fila, l’arbitro Nicolò Ulivi con la targa “Miglior giovane del torneo – Mario Petrucci” consegnato dalla nipote Valentina.

L’appuntamento degli organizzatori è rinnovato al prossimo anno, certi in un successo ancora maggiore e, con la stessa passione e lealtà agonistica dimostrata anche in questa edizione da tutti i partecipanti, onorare, così, al meglio con affetto e con lo sport che lui amava tanto, il ricordo di un caro amico.

(Visitato 155 volte, 1 visite oggi)

Beach soccer, all’Italia non basta la doppietta d’autore di Gori. Fa festa la Spagna

Al torneo “Caparol” debuttano Alexia Virgili e Jelena Simic