VIAREGGIO. “Illumina”, “colora”, “risplende”: scegliete il verbo che preferite. Basta che descriva con efficace sintesi la magia della terza ed ultima sfilata di carri del Carnevale Estivo, uno dei fiori all’occhiello della festa “Arcobaleno d’Estate” partorita dalla Regione Toscana. Un evento che Viareggio ha voluto celebrare sfoggiando la maestria dei suoi carristi e lo spettacolo delle loro creature in cartapesta.

Il meccanismo, ormai, era quello già perfezionato nelle due precedenti uscite: “Potere in maschera” dei fratelli Bonetti, “Le nozze coi fichi secchi” di Massimo Breschi e “La guerra dei poveri” dei fratelli Cinquini avanzano davanti ad una folla oceanica, contagiando grandi e piccini con le loro musiche. C’era, in realtà, una variante: in piazza Maria Luisa ha trovato posto il “Minotauro” di Alessandro Avanzini, vincitore tra i carri grandi, per la diretta Rai dell’ora di cena.

Foto Guido Bertellotti
Foto Guido Bertellotti

L’assessore regionale al turismo Cristina Scaletti e Andrea Babbi, direttore generale dell’Enit, hanno salutato i telespettatori toscani tra le rovine del tempio greco di Avanzini. Poi, al calar del sole, l’istituzionalità e la compostezza hanno dovuto cedere il posto ai volti truccati, alle danze sfrenate davanti ai carri, ai sorrisi delle maschere (Scaletti e Babbi compresi; parevano divertirsi come bambini). Sfilata regolare, nessun intoppo. Per Burlamacco e i suoi affezionati sostenitori è stata un’altra notte magica.

L’epilogo del Carnevale estivo scrive la parola “fine” anche sulla presidenza di Alessandro Santini alla Fondazione Carnevale. Se avrà svolto bene il proprio incarico oppure no sarà forse la storia a dircelo. La sua, quantomeno, è un’uscita di scena in controtendenza rispetto ai predecessori: se Elio Tofanelli sembrò quasi intestardirsi nel non voler lasciare Palazzo delle Muse nel 2008, se Nanni Maglione sbatté la porta lanciando strali all’allora sindaco Luca Lunardini, l’attuale consigliere comunale del Pdl chiude la sua esperienza commosso con in testa una piazza Mazzini gremita all’inverosimile, festante, in visibilio per il Carnevale. Che, piaccia o non piaccia, rimane l’unica, grande manifestazione in grado di muovere le corde dei viareggini.

(Visitato 147 volte, 1 visite oggi)

Da otto anni minacciata dall’ex marito: interviene la polizia

Vento e pioggia fanno danni in Versilia (le foto). Chiuso un tratto di via Fratti