Il Festival La Versiliana archivia una stagione da tutto esaurito - Comune Camaiore, Eventi, Life Style Versiliatoday.it

Il Festival La Versiliana archivia una stagione da tutto esaurito

PIETRASANTA. Con lunghi applausi e con la standing ovation in un teatro gremito per lo show di Enrico Brignano, tutto esaurito, si è chiusa l’edizione 2013 del Festival La Versiliana e per la Fondazione presieduta da Dianora Poletti è tempo di bilanci.

Una stagione di successo che, alla luce dei dati registrati al botteghino, può essere definita vincente sia per la scelta del cartellone a cura del direttore artistico Luca Lazzareschi, che per l’ imponente eco mediatica nazionale che il Festival ha suscitato.

“E’ stata una stagione particolarmente ricca di emozioni – commenta con soddisfazione il Sindaco di Pietrasanta Domenico Lombardi – dai 90 anni di Giorgio Albertazzi, festeggiati sul palco della Versiliana, ai grandi nomi dello spettacolo, della cultura, del giornalismo e della politica sfilati nell’appuntamento quotidiano del Caffè. Nonostante le numerose iniziative di intrattenimento che la Versilia propone al proprio pubblico, il Festival ci ha abituato a numeri importanti e a un’indiscussa qualità. Mi preme ricordare anche Pietrasanta in concerto, il festival nel festival, di cui la Versiliana è partner tecnico: una vetrina musicale davvero unica.

Nel ringraziare la presidente Dianora Poletti, desidero sottolineare la passione e l’entusiasmo dell’intero staff della Versiliana che, edizione dopo edizione, fa di questa manifestazione l’appuntamento clou dell’estate”.

“Il successo del Festival nelle sue varie articolazioni ha dei meriti specifici – commenta la Presidente della Fondazione La Versiliana Dianora Poletti – è il risultato di un lavoro fatto in questi tre anni dal Direttore Artistico, dal Direttore Generale e dalla struttura, che ha riportato la Versiliana all’attenzione del grande pubblico, per la sua serietà di Istituzione culturale, per la qualità dell’offerta e per la capacità organizzativa. Il pubblico oggi riconosce alla Versiliana qualità e certezza di programmazione, sia per gli spettacoli che per l’intrattenimento culturale. Dal Caffè, al Teatro allo spazio bambini, il pubblico sa che alla Versiliana, troverà sempre eventi di qualità. Tutto questo ci fa pensare anche che la Fondazione sta ben svolgendo un servizio al territorio, divenendo di fatto un’occasione per il rafforzamento e il rilancio del turismo.”

La Stagione teatrale. In un’estate segnata dalla crisi e dal “rumore culturale” sul territorio della Versilia, che rischiava di disorientare il pubblico, la Versiliana in controtendenza rispetto al panorama dei festival estivi ha registrato un’affluenza di pubblico e di incassi che è andata oltre le più rosee aspettative.

Il botteghino del Festival ha affisso per ben cinque sere il cartello “tutto esaurito” (Ludovico Einaudi, le due date dei Momix, Giorgio Panariello e Enrico Brignano) ; oltre 1.300 gli spettatori per il gala di Svetlana Zakharova, più di 1.000 in sala per Max Gazzè, la coppia Bollani – Grandi, Paolo Migone, Raphael Gualazzi e Aggiungi un posto a tavola. Un totale di 21.796 biglietti staccati per 27 serate di spettacolo. Un dato, quello delle presenze che diventa ancor più significativo e lusinghiero alla luce delle 6 serate in meno rispetto al cartellone 2012, in cui le presenze ammontavano a 21.178, segno evidente di una programmazione azzeccata e attrativa.

Le vendite dei biglietti hanno portato nelle casse della Fondazione circa 660.000,00 Euro, incasso che ha superato di circa il 20% la previsione di bilancio. Una cifra leggermente superiore rispetto a quella dell’anno precedente (656.044,00 nel 2012) e che diventa ancor più soddisfacente alla luce di due aspetti: il minor numero di spettacoli e la politica di riduzione del prezzo del biglietto. Se ad esempio nel 2011 per acquistare una poltronissima per lo spettacolo di Svetlana Zakharova ci volevano 85 euro, nel 2013 ne sono bastati 60.

 

La Fondazione presieduta da Dianora Poletti e diretta da Manrico Nicolai ha inoltre proseguito nella politica di austerity per quanto rigurda i biglietti omaggio. I tagliandi di cortesia, riservati esclusivamente per autorità, rappresentanti istituzionali, stampa, sponsor, ospiti delle compagnie e personalità dello star system sono stati solo 2.230, numero rimasto sostanzialmente invariato rispetto al 2012, pur con aumento delle “prime teatrali” programmate per le quali la Fondazioni dirama inviti specifici a istituzioni e autorità.

Gli Incontri al Caffè. Seguitissimi, sempre interessanti, variegati, gli Incontri al Caffè de La Versiliana, generosamente sostenuti quest’anno per la prima volta dal prestigioso marchio di Caffè Kimbo, sono stati complessivamente 52, a cui si aggiungono 3 appuntamenti in serale.

Circa 113 sono stati gli ospiti che si sono avvicendati sul palcoscenico dello Spazio Caffè intitolato a Romano Battaglia, seguiti complessivamente da un numero di persone che la Fondazione ha stimato in circa 40.000. Una presenza importante che conferma l’appuntamento pomeridiano con il talk show più seguito dell’estate un classico da non perdere, con delle punte di circa 1.000 spettatori, registrati per gli incontri con Claudio Baglioni, Susanna Camusso, Roberto Bolle, Enzo Iacchetti, Gene Gnocchi, Michele Boldrin, Daniela Santanchè, Debora Serracchiani.

Tra le novità da segnalare, la speciale anteprima con Paolo Villaggio; il sodalizio con la Fondazione Gaber nel decennale dalla scomparsa del Signor G; la rubrica dedicata allo sport condotta da Alessandro Bonan, che ha visto tra gli altri la presenza di Adriano Galliani seguita in diretta da Sky Sport; il ritorno della politica con la presenza di due ministri, Enrico Giovannini e Maria Chiara Carrozza, il segretario CGIL Susanna Camusso, David Sassoli, Mara Carfagna, Daniela Santanchè, Giuseppe Civati, Debora Serracchiani, Michele Boldrin, i sindaci Giuliano Pisapia e Ignazio Marino. Apprezzatissima anche la rubrica “Vite da Cinema”condotta dal direttore del mensile di cinema Ciak, Piera Detassis che ha chiamato sul palco degli Incontri Laura Morante, Enrico Vanzina, Francesca Neri, Antonio Monda e Maria Sole Tognazzi. Sempre attesa e gradita la rubrica del lunedì A tavola con.. condotta da Claudio Sottili con le golose degustazioni.

Un’altra novità che ha segnato questa edizione degli incontri sono state le introduzioni di Serena Magnanensi e Omar B.: due volti giovani, che hanno presentato ogni pomeriggio gli ospiti del Caffè, con grande professionalista ed uno stile fresco, che il pubblico ha apprezzato e che saputo dare continuità al format del Caffè.

La Versiliana dei Piccoli. Boom di presenze anche allo spazio bambini, sia per i laboratori, che ogni giorno sono stati frequentatissimi che per gli spettacoli nell’arena che con 3.157 spettaori, hanno fruttato alle casse della Fondazione 12.564,00 Euro dato parziale a cui andrà ad aggiungersi il risultato dell’ultimo spettacolo in programma martedì 27 agosto. Da segnalare il successo delle “Grandi Fiabe” che in più di un’occasione hanno registrato il sold-out e che sono state completamente autoprodotte dallo staff della Versiliana dei Piccoli sotto la guida di Massimo Pasquini.

Iternatura: Buon risultato anche per quanto riguarda “Iternatura”, ovvero le visite guidate nel parco della Versiliana curate dalla guida ambientale Francesca Mazzei. Ogni martedì e giovedì grandi e piccini hanno avuto modo di percorrere i sentieri battuti nel Parco della Versiliana alla scoperta della storia e dell’ambiente naturale, grazie a questo progetto che Francesca Mazzei cura con grande entusiasmo, competenza e capacità di mettere in relazione gli spazi del Festival con il Parco in cui è immerso, connotando la parte storica e la parte naturalistica.

L’eco mediatica: Massiccia e autorevole la rassegna stampa che la Versiliana ha collezionato per il lancio della programmazione e per gli eventi che nel corso di due mesi si sono succeduti, una rassegna che include tra gli altri, i più importanti quotidiani nazionali che hanno dedicato ampi servizi al Festival, le emittenti televisive nazionali che attraverso i propri TG e i propri contenitori di intrattenimento hanno dedicato importanti finestre alla Versiliana. Del Festival hanno parlato tutti i media italiani: periodici, mensili, settimanali a grande tiratura, quotidiani nazionali e a diffusione regionale e locali, oltre a numerossisime testate on-line che hanno spesso recensito anche gli spettacoli, radio e TV nazionali e locali. Dal Corriere della Sera a La Repubblica, al Tempo, il Messaggero, Il Sole 24 Ore, Il Mattino, Il Giornale, La Stampa, L’Unità, Il Fatto Quotidiano, QN, e tutti i maggiori quotidiani regionali e locali dalla Gazzetta del Sud all’Eco di Bergamo, dall’Unione Sarda alla Tribuna di Treviso, dal Piccolo di Trieste, all’Arena di Verona, al Quotidiano di Calabria solo per citarne alcuni, con la consueta grande attenzione che la Gazzetta di Parma dedica alla Versiliana, oltre ai periodici trimestrali e mensili sia specializzati che generalisti e ai settimanali a tiratura nazionale (settimanali come Panorama, L’Espresso, Famiglia Cristiana, Anna, Sette, Donna Moderna e mensili come AD, Club3, RollingStone, Yacht&Sail… tanti altri), il Festival ha ottenuto in soli due mesi una rassegna che conta oltre 1.000 articoli solo su testate cartacee.

Da segnalare poi con soddisfazione la grande visibilità televisiva che questa edizione del Festival si è conquistata, grazie agli ampi servizi sulle TV di Stato: nei TG1, TG2 e TG3 oltre a due collegamenti in diretta nel contenitore estivo di Rai Uno “L’estate in diretta” e a servizi su Rai Sport. Sky Sport ha ripreso integralmente l’incontro con Galliani e hanno parlato della Versiliana anche i TG di Mediaset: TG5, Studio Aperto, TG4 e il TgCom che ha tra l’altro passato in diretta l’incontro con Baglioni.

(Visitato 137 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 26-08-2013 21:45