VIAREGGIO. Figuriamoci se uno come Alessandro Bertolucci si tira indietro anche di fronte a sfide che sembrano parecchio proibitive sulla carta. Sabato a Valdagno in palio c’è la Supercoppa, il primo trofeo della stagione. Il Cgc non ci arriva certo nelle condizioni ideali, vuoi per l’arrivo last-minute di Montivero dall’Argentina, vuoi per una rosa tutt’altro che larga (ma questo è un ritornello che a Viareggio si sente da un bel po’ di tempo).

Al PalaLido si presenterà comunque un Centro grintoso e voglioso di sovvertire un pronostico che lo vede sfavorito in partenza: “Il nostro intento è quello di portare un altro trofeo nella bacheca di via Veneto – afferma lo “zingaro” – speriamo di disputare una buona partita. Sicuramente venderemo cara la pelle. Il Valdagno a parer mio è ancora più quadrato e compatto rispetto allo scorso anno: pur avendo perso Pedro Gil ha acquistato gente come Mario Rodriguez, Platero e Tataranni”.

Realista, ma non pessimista. Bertolucci indica nella Supercoppa il punto di partenza per una stagione logicamente ardua: “Soltanto domani riusciremo ad allenarci tutti assieme, ma la preparazione svolta in queste settimane è stata buona. Montigel è un ottimo difensore ed in pista ci sta mettendo tanto impegno, Montivero speriamo di trovarlo in forma. È chiaro che a noi serve tempo per trovare la nostra fisionomia”.

Valdagno una spanna sopra tutti, dunque. E subito dietro c’è il Cgc? Bertolucci ci va cauto: “Noi vogliamo recitare il ruolo degli outsider. Ci sono almeno altre due squadre parecchio attrezzate per stare lassù”.

Poi c’è l’Eurolega, con un sorteggio che anche stavolta ha detto male ai bianconeri: “Il girone è proibitivo e sicuramente le gare contro Porto e Barcellona ci toglieranno molte energie fisiche e mentali. Ci proveremo, ma sarà durissima”.

(Visitato 43 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alessandro bertolucci cgc hockey su pista valdagno

ultimo aggiornamento: 03-10-2013


Federica Baldini e Altea Gianni (Atletica Pietrasanta Versilia) brillano a Grosseto

Viareggio subito in campo dopo l’eliminazione dalla coppa. Ancora novità col Gubbio