VIAREGGIO. Si chiama Viktoriia Mazur, è la straniera della Ginnastica Motto, impegnata nel massimo campionato nazionale di ginnastica ritmica. Viene dall’Ucraina, diciannove anni di grande passione, eleganza e amore per lo sport reduce dal Campionato mondiale a squadre di Kiev dell’agosto scorso e con alle spalle anche le Olimpiadi di Londra.

Quest’ultimo gioiello arricchisce in maniera prestigiosa la forte formazione viareggina composta da Egizia Bergesio, Giulia Benedetti, Letizia Berti, Gaia Del Chiaro, Martina Schepis e Caterina Giovannoni. I riflettori del campionato più bello del mondo si riaccendono sabato (19 ottobre) tra le mura del Palazzetto dello Sport di Desio, fucina delle Farfalle di Emanuela Maccarani.

“E riparte, per il secondo anno consecutivo, l’avventura della Serie A1 – sostiene l’allenatrice Donatella Lazzeri – andiamo competitive e vogliose di fare bene. Un vento di rinnovamento ci caratterizza: Francesca Cupisti ha appeso le scarpe al chiodo ed è passata a far parte dello staff tecnico, accompagna le ragazze ed è la nostra ricchezza e il nostro prestigio”.

Staff tecnico completato da Silvia Fanetti, Angelica Francesconi, Samuela Filiè e Oxsana Kovacks. Una società che cerca di fa crescere circa 150 mini-atleti nello spirito del Fair Play, che vanta la sezione maschile, i cui ginnasti curati da Luciana De Sanctis, Gabriele Mattei e il dott.Umberto Chiericoni, esordiranno in questa stagione, nella 1° prova del Torneo Regionale Allievi, a Prato domenica 20 Ottobre.

Ultima nata, nel mese di settembre, la Gymnaestrada per tutti i ragazzi e le ragazze più grandi, un’attività che accomuna lo sport ed il divertimento. Il gruppo è guidato da Umberto Chiericoni, Susy Cinquini, Francesca Cupisti e Gabriele Mattei. Tutta la Motto si riunirà giovedì pomeriggio presso la palestra dell’Istituto Carlo Piaggia, per festeggiare l’arrivo di Viktoriia.

(Visitato 143 volte, 1 visite oggi)
TAG:
ginnastica ritmica serie a1 società motto Viktoriia Mazur

ultimo aggiornamento: 16-10-2013


Torre del lago. “Sconti sul suolo pubblico, pulizia e pace col Parco per il rilancio della frazione”

Profughi di Lampedusa: almeno 29 persone ospitate in Provincia di Lucca