LUCCA. “Riunione a dir poco infuocata stamane a Palazzo Ducale e frattura, a questo punto pensiamo insanabile, dentro la maggioranza che sostiene Stefano Baccelli.” Lo scrive in una nota David Marcucci, capogruppo consiliare del Pdl.

“L’argomento all’ordine del giorno era l’annoso ‘Piano Interprovinciale dei Rifiuti’, argomento sul quale da tempo il gruppo consiliare Pdl chiede chiarimenti e sollecita soluzioni. Ma a farla da protagonista è stata la lite tutta interna alla maggioranza, dove Sel, per conto del proprio neoconsigliere Barsanti, ha enunciato divergenze e perplessità sull’operato fin qui svolto dal centrosinistra, sia a livello regionale che provinciale.

“Indicibili alcune affermazioni – o, se vogliamo, illazioni – che hanno scatenato la viva reazione e protesta dei propri conpagni di maggioranza. A preoccupare il Pdl, però, non sono certo le beghe tutte interne alla sinistra, ma lo stallo che quest’ultime rischiano di causare e che potrebbero portare ad un sostanziale indecisionismo su materie e politiche che non possono più aspettare.

“Ad inizio discussione infatti, i consiglieri del Pdl Marcucci, Francesconi e Giannotti, presenti in commissione, oltre ad aver evidenziato gli enormi problemi che la non approvazione del piano di gestione dei rifiuti, sta causando sia in termini ambientali che economici, avevano presentato ufficialmente una richiesta per confrontare i costi oggi sostenuti in Provincia di Lucca da cittadini ed imprese con quelli sostenuti in altre province toscane e italiane.
Quanto sopra per capire meglio quanto si sta pagando oggi con Tarsu e Tia e soprattutto domani con le nuove tasse a vaglio del Governo – Trise, Tari e Tasi.

“La sensazione che stando così le cose i costi per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani non potranno che subire nuove impennate e rischiano di tradursi in imposizioni tariffarie insostenibili; il sospetto è che già oggi, rispetto alla media nazionale, siamo abbondantemente tra i più cari d’italia.

“Il ‘giochino’ di Sel che dissente e governa nello stesso tempo non puo’ più andare avanti. Barsanti critica e dissente, ma nello stesso tempo Sel non rinuncia alla poltrona laudamente retribuita del proprio assessorato.

“Insomma: il problema politico rimane e intanto i cittadini pagano.”

(Visitato 12 volte, 1 visite oggi)

“Camaiore impreparata in caso di calamità”. Parla l’ex delegato alla protezione civile Pellegrini

Sistema di controllo della tracciabilità di rifiuti, sospesi i pagamenti dei contributi per il 2013