PIETRASANTA. Ospiti prestigiosi, in arrivo dalla lontana Siberia, per la cerimonia di consegna del Premio internazionale “Pietrasanta e la Versilia nel mondo” consegnato allo scultore Dashi Namdakov. Un riconoscimento all’eccellenza creativa che si lega alla città e alle sue maestranze artigiane promosso dal Circolo Fratelli Rosselli in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura. Omaggio che l’artista siberiano ricambia con un’installazione monumentale collocata in piazza del Duomo. Si tratta di “Royal Ancestors”, lunga 8 metri ed alta 3 metri e trenta. Realizzata in bronzo alla Fonderia Mariani nel 2013, sarà presentata per la prima volta al pubblico, prima di partire per la Siberia. “Un’opera – afferma il critico Giuseppe Cordoni –  simbolo della lunga cavalcata della vita negli sconfinati spazi del mondo”. Proprio dalla Repubblica di Tyva, ai confini con la Mongolia, nella Siberia meridionale, e dalla capitale Kyzyl che accoglierà l’opera d’arte, è attesa Pietrasanta una folta delegazione di autorità. Ci saranno il Governatore della Repubblica Kata Sholban con signora, il capo di gabinetto del primo ministro, il presidente del parlamento della città di Kyzyl Dina Oyun. Situata lungo le rive del fiume Enisej, viene considerata  il centro geografico del continente asiatico e per questo sarà valorizzata dalla monumentale installazione.

La cerimonia di consegna del Premio si terrà domenica 15 dicembre, alle ore 10.30, presso la Sala dell’Annunziata del Chiostro di Sant’Agostino. Interverranno il sindaco Domenico Lombardi, il presidente del Circolo Fratelli Rosselli Alessandro Tosi, il presidente della Banca Versilia, Lunigiana e Garfagnana Umberto Guidugli e, naturalmente, l’artista. Dopo la consegna del cavalletto bronzeo, simbolo del Premio, seguirà un concerto in onore dell’artista che grazie al suo lavoro e alla costante collaborazione con gli artigiani si è reso un vero e proprio ambasciatore della creatività di Pietrasanta.

L’ingresso è libero.

 

 

(Visitato 37 volte, 1 visite oggi)

Fabrizio Larini riaccende le luci sul Cinema Centrale

Rinasce il cinema Moderno di Camaiore. Centosettanta mila euro per fermarne il degrado