PIETRASANTA. Anche quest’anno il Gruppo Progetto Comunità Aperta e l’Associazione di Volontariato Difesa dei Diritti dei Tossicodipendenti, desidera augurare un Felice Natale alla cittadinanza pietrasantina e della Versilia Nord.

“Anche noi – scrivono dal Gruppo Sims. Ddt la dottoressa Lavinia Rossi e Fedinando Melillo –  in qualità di operatori sul campo, vogliamo aggiungere una nostra riflessione sull’ormai incontrastata abitudine della notte del 24 dicembre, denominata Carnei Ponce che si svolge nella Piazza del Duomo di Pietrasanta.

Per tale motivo abbiamo realizzato anche un poster con un logo disegnato dall’operatore del Pca Ferdinando Melillo che invita a non esagerare l’abuso alcolico ed invita ad un uso consapevole.

Tale manifestazione, ci auguriamo che sia vissuta nel clima più conviviale e sereno possibile”.

“Ci auguriamo ha aggiunto  oltre che gli eccessi, soprattutto tra le popolazioni giovanili siano evitabili, anche grazie alla partecipazione ed alla aderenza, da parte degli esercenti, alle leggi che vietano la somministrazione di bevande alcoliche ai minori e in soggetti in evidente stato di ebbrezza.

Purtroppo è sempre più frequente anche in Toscana e nelle nostre zone la tendenza ad un abuso di alcool assunto con modalità di abbuffata denominanto “binge drinking” ( 5 o più unità alcoliche assunte in modalità compulsiva).

Tali abbuffate consistono nell’assunzione di vari drink nel mino tempo possibile al f’ine raggiungere velocemente lo stato di ebrezza.

Tra le ragazze spesso questo fenomeno si associa anche a una riduzione dell’introito calorico ‘calcolato’ durante le ore che precedono l’uscita con le amiche o il gruppo, al fine di non aumentare di peso e di raggiungere euforia e disinibizione grazie a tassi di alcolemia più elevati in poco tempo e con minor spesa di denaro. Tali modalità di assunzione di alcolici non è certo quello che il Carnei Ponce si presume di mostrare in piazza, ma è nostro dovere (poiché assistiamo ogni giorno molti utenti con problematiche alcool correlate), avvisare anche che certe mode sono abbastanza diffuse tra i teen ager, che se sottoposti ad alcool test possono andare incontro a sanzioni e/o ritiri di patenti o patentini.

Solo lo scorso anno a fine manifestazione sono stati eseguiti più di 200 controlli sul territorio pietrasantino dalle Forze dell’Ordine. Energy drink in associazione ad alcool, ridotto introito di cibo possono far schizzare l’alcolemia a livelli elevati e soprattutto tra gli adolescenti si può riscontrare un effetto moltiplicativo con deficit di orientamento, scoppi di aggressività, riduzione dell’attenzione e della performance soprattutto alla guida. Altri danni, più seri. Sono evidenziati dal report dell’ISTAT condotto sulle popolazione adolescenziale soprattutto sottolineando l’emergenza del fenomeno tra le ragazze, anche sotto i 15 anni di età.

Quindi Buona Vigilia a tutti da tutti noi per un brindisi in compagnia ed allegria ricordando che: Grande è la fortuna di colui che possiede una buona bottiglia, un buon libro, un buon amico. Molière (1622 – 1673).

Ringraziamo l’associazione testadiakool.it per la collaborazione e per averci dato la possibilità di usarne il logo”.

 

(Visitato 119 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento