VIAREGGIO. Oltre il pareggio, oltre la prestazione. Cristiano Lucarelli voleva una squadra di uomini. Ed è stato accontentato. Poco importa se i tre punti sono sfumati in pieno recupero: “Dopo una settimana del genere tra infortuni e incidenti, non mi interessava il risultato, volevo vedere se ho degli uomini. Oggi posso dire che ce li ho”. Fierezza negli occhi e nelle parole di un tecnico che ha dovuto compiere scelte difficili: “Ho deciso di far giocare Romeo, Rosafio e Galassi perché, pur sapendo di correre un rischio, era mio interesse ristabilire subito la normalità, dopo l’incidente di Capodanno. Se li avessi tenuti fuori avrei generato tante pressioni”.

Lucarelli elogia apertamente Romeo “che ha disputato una partita incredibile dopo giorni difficili”. 7 punti contro Benevento, Pisa e Catanzaro rimangono un eccellente bottino: “Nessuno lo avrebbe mai pensato – ammette candidamente – sono contentissimo. Certo, se avessimo vinto anche oggi ora saremmo qui a festeggiare, ma il calcio è anche questo”.

Romeo protagonista nel bene e nel male. Il penalty (fallito) lo ha calciato lui. Qualcuno si è chiesto come mai, visto che dei due precedenti tiri dal dischetto si era incaricato Benedetti: “I rigoristi designati sono Romeo e Vannucchi – spiega Lucarelli – Ale se la sentiva di calciarlo, è andato convinto sul dischetto”.

(Visitato 146 volte, 1 visite oggi)
TAG:
calcio catanzaro cristiano lucarelli esperia viareggio viareggio

ultimo aggiornamento: 05-01-2014


La fotogallery di Viareggio-Catanzaro

Carnesalini: “Ottimo approccio. La rosa non verrà stravolta”