PIETRASANTA.  “Se le bollette dell’acqua vengono saldate entro la scadenza, oppure, in particolari casi di difficoltà, l’Utente ci contatta e cerca, insieme a noi, una soluzione di pagamento, non avrà problemi con GAIA. Non è questo il caso del Bagno di Viareggio di proprietà del signor F.M., che ha con il Gestore del servizio idrico quasi 3.000 euro di debito.” Non tarda ad arrivare la replica di GAIA S.p.A. all’articolo pubblicato il 15 gennaio scorso. “Teniamo a precisare alcuni aspetti della posizione del Sig. F.M. per chiarire come ci impone di agire il Regolamento Idrico Integrato con gli utenti morosi, sperando di essere utili anche a tutti gli altri utenti che si trovano in situazioni analoghe”

Entra nel dettaglio l’Ufficio Fatturazione di GAIA: “Da aprile 2012 fino ad oggi, il Sig. F.M. ha accumulato un debito di 2.920 euro. La tariffa per il servizio idrico applicata è NON DOMESTICO MEDIO USO A FINALITA’ PRODUTTIVA, poichè relativa ad uno stabilimento balneare. I consumi sono stati rilevati dal contatore, ubicato all’interno della proprietà privata. A settembre 2013 l’utente, tramite Assodebitori, aveva stipulato un piano di rientro con il Gestore, riconoscendo il debito contratto. Il piano, però, è stato rispettato solo per le prime 2 rate delle 5 totali. Alcune bollette insolute sono state sollecitate tramite raccomandata A/R, altre erano già indicate nel riconoscimento del debito stipulato dall’utente.”

Le tariffe che applica GAIA sono deliberate dall’Autorità Idrica Toscana (A.I.T.), un ente pubblico, che rappresenta tutti i comuni toscani e controlla la gestione del servizio idrico. GAIA S.p.A. è un Gestore e, come tale, non ha facoltà di interagire con l’A.I.T. nella composizione della tariffa, che è formata da tante variabili, tra cui anche gli investimenti necessari sul territorio.

Critiche rispedite al mittente anche per quanto riguarda i costi del Consiglio di Amministrazione della Società: “Da settembre 2013, in occasione del rinnovo delle cariche del Cda, i compensi degli amministratori sono stati significativamente ridotti dall’Assemblea dei Comuni Soci, a partire dal Presidente e Vice Presidente che hanno visto ridursi del 10% la retribuzione, per finire con gli altri componenti del CDA, a cui spetta solo un gettone per la presenza alle sedute del Consiglio.”

I CONSIGLI PER RISPARMIARE – Una bolletta dai costi contenuti si paga più volentieri. Per pagare meno, oltre a controllare i propri consumi di acqua, è sempre buona norma fornire, nel periodo indicato sulla prima pagina della bolletta, l’autolettura del contatore, chiamando il numero verde 800-004200. L’autolettura permette di pagare solo ciò effettivamente si consuma, senza addebiti in acconto, e di prevenire le perdite occulte.

Poi ci sono le agevolazioni: importanti sconti in bolletta sono riservati a chi dimostra di possedere i requisiti di reddito secondo i parametri ISEE, o chi fa parte di un nucleo familiare con più di tre componenti. Le agevolazioni ISEE e FAMIGLIE NUMEROSE sono cumulabili e la presentazione delle domande è possibile durante tutto l’anno.

Maggiori informazioni sul sito web www.gaia-spa.it o al numero verde per la Consulenza agli Utenti 800-223377

(Visitato 211 volte, 1 visite oggi)
TAG:
gaia acqua pietrasanta

ultimo aggiornamento: 16-01-2014


“In poche settimane saranno finiti i lavori per far partire la scuola di grafica a Palazzo delle Muse

“Giovanisì”, nuovo bando contributo all’affitto: c’è tempo fino al 28 febbraio