VIAREGGIO. Il Giudice Sportivo della Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio Maurizio Colangelo ha annullato e ordinato la ripetizione della gara Sarzana – Trissino della 17a giornata giocata il 1° febbraio e terminata 7-7.
Come riportato nel supplemento di referto, infatti, l’arbitro Bonuccelli di Viareggio ha fischiato il 10° fallo di squadra contro il Sarzana contestualmente al segnale sonoro di fine gara. E’ noto che il regolamento di gioco attribuisce la decisione di chiusura della gara al solo fischio dell’arbitro.

Conseguentemente non avendo l’arbitro fischiato la fine della gara avrebbe dovuto permettere il tiro della punizione di prima al Trissino, come sancito dall’articolo 25 articolo di Gioco punto 3.3.4. Non avendo permesso al Trissino di tirare la punizione di prima e avendo ammesso questo particolare nel supplemento di gara, ha di fatto confermato l’errore tecnico che ha inficiat o la regolarità della gara con conseguente annullamento da parte del giudice sportivo.
Il regolamento del Cug per casi di errori tecnici arbitrali che comportano incremento di costi a carico dei club prevede pesanti sanzioni per l’ufficiale di gara.

Sempre nel comunicato numero 67 del giudice sportivo viene riportata la squalifica fino a tutto il 15 marzo per l’atleta del Valdagno 1938 Carlos Nicolia “per aver colpito volontariamente con la stecca la testa dell’avversario dopo che quest’ultimo aveva segnato un goal e si trovava a terra esultando”.

(Visitato 25 volte, 1 visite oggi)
TAG:
hockey su pista sarzana trissino

ultimo aggiornamento: 05-02-2014


Viareggio Cup, la fotogallery di Napoli-Palermo

Black Bull, la ‘maledizione’ del quarto posto