VIAREGGIO. “La decisione di tenere chiusi i bar e i servizi degli stabilimenti balneari che rientrano nel circuito del Carnevale è mossa scellerata in questo momento di crisi.” Maurizio Rosellini, segretario del Pli di Viareggio va giù duro: “Si parla di chiusure di aziende, cassa integrazione a livelli mai visti, difficoltà sociali per mancanza di lavoro e il “nostro” sindaco che fa? Impedisce agli stabilimenti balneari di lavorare. Mortificando i giovani che sarebbero stati assunti in questo periodo, mortificando i commercianti, mortificando i turisti.

Perché indubbiamente questa scelta penalizzerà quei turisti che avrebbero usufruito dei servizi, bar e ristoranti che si trovano nel circuito.

Una decisione che non ha senso e che il sindaco dovrebbe spiegare non solo a chi sarà penalizzato pesantemente, ma alla città tutta.

Il Pli stigmatizza questo ennesimo errore, questo modo approssimativo di governare una città in sofferenza che avrebbe invece bisogno di decisioni condivise e decisioni importanti.”

Caro sindaco te lo abbiamo già scritto il 4 febbraio scorso e siamo stati i primi, recepisci il nostro invito: vai a casa ora con dignità perché sei riuscito – politicamente e amministrativamente – a far peggio di Lunardini che tu e i tuoi avete cercato di affossare in ogni modo. Per ottenere cosa? Un flop.”

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)

“Al Centro Congressi si parlava del porto, inquietante l’assenza del sindaco Betti”

“Presto in consiglio comunale un documento per impegnare la giunta sul commercio”