VIAREGGIO. “Da quanto apparso sulla cronaca locale, in merito alla graduatoria per le assunzioni presso la Viareggio Porto S.p.A., prendiamo atto che il primo della graduatoria Giuseppe Romani e il secondo della graduatoria Alberto Orsini sono rispettivamente fratello e nipote – figlio della sorella – dell’attuale direttore dell’approdo turistico Pietro Romani. Inoltre il terzo della graduatoria, Simone Calegari, risulta essere uno degli indagati nello scandalo della gestione degli ormeggi all’interno del porto di Viareggio nella quale è coinvolto anche il nostromo del porto Stefano La Rosa.” Lo afferma in una nota la sezione viareggina di Forza Nuova.

“Con queste poche righe non intendiamo assolutamente mettere in discussione la professionalità dei primi della graduatoria, né tantomeno la loro onestà, sappiamo benissimo che indagato non equivale a condannato, però ci siamo posti le seguenti e domande:

– Nell’assegnazione dei punteggi, I responsabili per la selezione ‘pubblica’ per titoli ed esami per la formazione della graduatoria per le assunzioni, hanno applicato rigorosamente quanto stabilito nel bando di selezione a tutti i partecipanti alla selezione?

– I criteri per stipulare i punteggi della graduatoria del bando di selezione pubblica potrebbero essere stati plasmati su misura per qualcuno?

– La commissione responsabile della graduatoria potrebbe ever subito delle interferenze?

– Gli interessati sono tesserati a qualche partito politico? E se lo sono a quale?

“La cosa che ci rincuora è, da quanto riferisce il presidente della Viareggio Porto S.p.A Giovanni Giannerini alla stampa, che la graduatoria non è definitiva e ci sono ancora alcune cose da rivedere, e noi della sezione viareggina di Forza Nuova confidiamo nell’onestà e nel buon senso del presidente della società e della commissione che avrà l’onere di rendere la graduatoria definitiva.”

(Visitato 122 volte, 1 visite oggi)
TAG:
assunzioni forza nuova graduatoria viareggio viareggio porto spa

ultimo aggiornamento: 10-02-2014


“Betti è il sindaco ma non sa mai nulla e non decide nulla. Cosa ci fa in Comune?”

“Indirizzare le attività della nautica solo sul refitting vuol dire ridurre i posti di lavoro”