LUCCA. Questa mattina in Prefettura, convocata dal Prefetto Giovanna Cagliostro, si è tenuta, alla presenza dei Senatori Manuela Granaiola e Andrea Marcucci, una riunione del tavolo di lavoro per l’analisi delle problematiche inerenti la riallocazione di 14 famiglie inquiline di immobili di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana e Ferrovie dello Stato italiane, ubicati nei comuni di Lucca, Camaiore, Castelnuovo di Garfagnana, Montecarlo, Pietrasanta, Seravezza e Viareggio.

Hanno partecipato all’incontro i rappresentanti degli enti Locali interessati, l’ingegnere Massimo Del Prete, (dirigente di Rfi Firenze), l’ingegnere Vincenzo Paolo Prisco (dirigente Ferservizi-Ztn di Firenze) e i rappresentanti di Sunia Viareggio e Filt Cgil.

Nel corso della riunione sono stati esaminati i primi dati forniti dai sindaci in merito all’esatta ubicazione degli immobili oggetto di rilascio, nonché delle peculiarità dei nuclei familiari occupanti gli stessi. Ciò al fine di individuare eventuali casi di fragilità sociale per i quali occorre fissare priorità in fase di riallocazione dei nuclei familiari medesimi.

Dalla discussione sui casi specifici sono emersi profili solutori riguardo 3 situazioni, constatata la possibilità di rinnovo del contratto di locazione da parte della proprietà per 2 casi, stante la sussistenza della distanza minima dai binari, mentre in un altro caso il conduttore dispone di sistemazione alternativa.

Il Prefetto ha invitato gli enti locali a fornire, per il prossimo incontro, ulteriori dettagli che permettano di inquadrare meglio le criticità dei nuclei familiari, nonché elementi particolareggiati circa la disponibilità di concorrere alla sistemazione alloggiativa delle famiglie in questione sui relativi territori.

(Visitato 284 volte, 1 visite oggi)
TAG:
famiglie ferrovie dello stato Lucca sfratto viareggio

ultimo aggiornamento: 21-02-2014


“Quello di Beppe Vannucchi è un atteggiamento degno della peggiore politica”

La pioggia rovina la prima serata del Rione Marco Polo