PIETRASANTA. Tra le coincidenze che legano il regista Alfonso Cuarón alla città c’è anche l’incontro, dopo trent’anni, con l’amico Gustavo Aceves in un supermercato di Pietrasanta. “Ci conoscevamo molto bene in Messico – ha raccontato il regista – ma i fatti della vita ci hanno allontanato. Poi la sorpresa: mentre cercavo la salsa di pomodoro ecco apparire Gustavo. Non ci volevo credere. Tutti e due a Pietrasanta, in questo centro d’arte e creatività. Farò di tutto per essere presente al vernissage della sua grande mostra il prossimo 22 marzo”.

Gustavo Aceves, conosciuto pittore a livello internazionale, scopre a Pietrasanta la sua passione per la scultura e ferma la prima tappa di LAPIDARIUM in città dove da due anni vive e lavora dopo essersi trasferito da Parigi con la famiglia e i suoi tre più stretti collaboratori. Un insieme di installazioni animeranno la centrale piazza del Duomo e l’adiacente complesso di Sant’Agostino: chiesa, sale e giardini del chiostro. Un progetto work in progress: dal 22 marzo al 25 maggio la mostra cambierà volto (tappe intermedie il 17 aprile e 18 maggio), le opere aumenteranno sino alla performance finale che includerà il mare e il pontile di Marina di Pietrasanta.

 

 

(Visitato 143 volte, 1 visite oggi)
TAG:
amici Arte cuaròn Cultura gustavo aceves mostra oscar pietrasanta

ultimo aggiornamento: 07-03-2014


Una Hotels&Resorts arriva anche a Forte dei Marmi

Inaugurata a Roma la mostra “Dolcezza Violata” di Carlo Carli