VIAREGGIO. Una scommessa vinta con caparbietà e professionalità. Quest’anno, come di consueto, il club Offroad Versilia ha voluto presentare con delle novità e la risposta del pubblico di appassionati fuoristradisti o semplici spettatori è stata strabiliante.

Il club organizza il proprio raduno con il fine di divulgare la pratica del fuoristrada con veicoli 4×4 sul territorio, approntando percorsi di diversa difficoltà in modo da abbracciare un bacino di utenza sempre più ampio.

Quest’anno la vetrina è stata individuata nel Pontile Marittimo di Lido di Camaiore; un palcoscenico meraviglioso, sopraelevato, da dove, grazie anche a due splendide giornate di sole, circa quattromila spettatori hanno potuto ammirare i fuoristrada impegnati in spettacolari evoluzioni, il tutto in condizioni di estrema sicurezza. L’apprezzamento del pubblico è stato “certificato” dalle oltre cento prenotazioni per i giri di pista a bordo delle macchine messe a disposizione dall’organizzazione.

Parallelamente è stato anche seminato per il futuro, all’estendo un simpatico mini-tracciato per i piccoli fuoristradisti, percorribile con veicoli elettrici forniti dalla nostra Federazione FIF (Federazione Italiana Fuoristrada), presi letteralmente d’assalto dai numerosi bambini presenti sulla spiaggia.

Questo “parco dei divertimenti” ha visto dunque la partenza e la fantastica conclusione della nostra manifestazione.

All’interno di questi due momenti si è sviluppato il percorso in modalità ROAD BOOK (gialli, rossi e con accompagnamento per i verdi) e anche in questo ambito sono state approntate due nuove aree, una in collina e una in riva al Lago di Massaciuccoli, dove gli equipaggi si sono potuti sfidare in una lunga fangaia (450mt), distinta da livelli crescenti di difficoltà.

Infine, ripartendo da quest’ultima, è stato fatto un veloce passaggio sulla nostra rinomata area test “OFF PARK”, in prossimità della quale è stato allestito un posto di ristoro ambulante, che unito al ristorante convenzionato, con vista sul mare, ha rifocillato i radunisti in vari momenti.

È doveroso, a questo punto, sottolineare che l’intervento del CFS, due giorni prima della manifestazione, ci ha precluso l’utilizzo di alcuni tratti del percorso, purtroppo quelli riservati ai mezzi più preparati.

Quattro aree per praticare fuoristrada su terreni di differente tipologia, sterrato veloce, collina, fango, roccia e spiaggia per un totale di 80km; 90 equipaggi provenienti da tutta Italia, persino dalla lontana Sardegna; 35 assistenze a bordo di 25 veicoli, 1 carro attrezzi, 2 punti di primo soccorso dotati di ambulanza gestiti direttamente dalla Misericordia e PRO-CIV di Lido di Camaiore, 2 mezzi movimento terra, 1 area di ristoro lungo il percorso, 1 ristorante sul litorale con vista mare e percorso sulla spiaggia, 1 pista per bambini, esposizione di fuoristrada storici a due e quattro ruote.

Il grande gradimento a fatto si che 2 partecipanti abbiano deciso di iscriversi alla associazione e di conseguenza alla Federazione.

Con questa edizione Overlander si consacra come vero punto di riferimento per i fuoristradisti, richiamando oramai dai neofiti ai veri competenti, provenienti da tutta Italia e appartenenti a club rinomati anche in ambito nazionale.

Tutti i proprietari dei terreni concessi per l’ occasione e con un dovuto occhio di riguardo alla Confraternita dei Frati Certosini, che nonostante la loro consueta discrezione hanno permesso di utilizzare una parte della loro proprietà.

Il Club ha deciso di versare parte dell’incasso in beneficenza. Stanno giungendo da parte dei partecipanti moltissime dichiarazioni di gradimento per le zone scelte, l’accoglienza e l’organizzazione in generale.

(Visitato 141 volte, 1 visite oggi)
TAG:
4x4 motori offroad

ultimo aggiornamento: 20-03-2014


Vannucchi: “Non condividevo le misure adottate da Lucarelli”

Beach tennis, i maestri della “Bad Players” premiati a Roma