FORTE DEI MARMI. Ieri, 24 marzo, nella sede del Liceo scientifico Michelangelo di Forte dei Marmi, gli alunni delle classi quarte e delle classi quinte  hanno assistito ad un interessante incontro su “Messico, la guerra invisibile. Storie, cifre e affari dei cartelli criminali dei narcotrafficanti” . All’incontro, organizzato da Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie, e da Cittadinanzattiva Toscana , ha partecipato una delegazione messicana di familiari e attivisti per i diritti umani che hanno raccontato la debolezza delle istituzioni e la forza di un popolo che resiste. Il Coordinatore per la partecipazione nei servizi pubblici e per la cooperazione internazionale di Cittadinanzattiva Toscana, Annibale Quaresima ha parlato di un accordo con la Municipalità di Oaxaca de Juarez, capitale dell’omonimo Stato, per avviare un percorso di partecipazione civica nella gestione dei servizi pubblici locali, e, in particolare, del servizio di igiene urbana in quell’area metropolitana. Lo Stato di Oaxaca, nel centro del Messico, è uno dei più poveri del Paese, e negli ultimi anni, sotto il governo di Ulises Ruiz, ha vissuto ripetute situazioni di prevaricazione e violenza istituzionale, che hanno fortemente compromesso la coesione sociale e una percezione positiva delle istituzioni. La sfiducia verso le istituzioni, anche a causa della diffusa presenza di fenomeni di corruzione, malgoverno e collusione con il narcotraffico, accomuna tutto il territorio messicano. Di fronte a questo quadro, il nuovo Governatore, Gabino Cué Monteagudo, ed il nuovo Presidente municipale, Luis Julián Ugartechea Begué, hanno iniziato un percorso volto alla ricomposizione sociale, con particolare attenzione alle comunità indigene e alla popolazione della capitale, dove è stato formato anche un Consiglio per la partecipazione dei cittadini.

(Visitato 153 volte, 1 visite oggi)

Nuovo orario di apertura per il cimitero

Paola Bivona e Giulia Mutti. Dal Festivalmare al grande palcoscenico della musica italiana