VIAREGGIO. “Da quanto ci risulta l’assessore al sociale Isaliana Lazzerini dei Comunisti Italiani ha denunciato 30 compagni per aver occupato uno stabile in disuso di proprietà del Comune di Viareggio e permettere così a cinque famiglie sfrattate con bambini di avere un tetto sopra la testa ed evitare di dormire in automobile. Da quanto si apprende dalla stampa l’assessore Lazzerini dice che darà qualche risposta a giugno prossimo”. Lo scrive in una nota il collettivo politico Caracol, ex circolo di Rifondazione Comunista.

“Quel che è certo è che se i membri della Brigata Sociale Antisfratto e dell’Unione Inquilini non avessero occupato, oggi le famiglie sarebbero in strada, abbandonate a sé stesse dalle istituzioni. Quel che appare molto chiaro è che gruppi di persone sono disposti a prendersi delle denunce per sopperire a una clamorosa mancanza di organizzazione del Comune di Viareggio e dei suoi rappresentanti politici.

“Se si fermasse all’improvviso il lavoro dell’Unione Inquilini e della Brigata i viareggini si troverebbero loro concittadini a dormire in strada a causa di una clamorosa gestione del sociale che si protrae nel tempo e abbraccia tutte le forze politiche di governo della città degli ultimi venti anni.

“Ai compagni denunciati va tutta la nostra solidarietà, ai politicanti che occupano il Comune di Viareggio va il nostro invito pressante a dimettersi”.

(Visitato 21 volte, 1 visite oggi)
TAG:
circolo caracol isaliana lazzerini occupazione via matteotti viareggio

ultimo aggiornamento: 09-04-2014


“La giunta Betti e il Pd allo sbando totale, incomprensibile che vadano avanti da soli”

“I lavori al mercato ittico commissariati dalla Regione, perché è successo?”