VIAREGGIO. “E così avremo panchine nuove in Passeggiata. Ma scelte da chi? Da alcune aziende con cui l’architetto Simone Micheli, cugino della moglie del sindaco Betti, è in contatto”. A sollevare il caso è Rossella Martina, capogruppo consiliare della lista civica ‘Viareggio tornerà bellissima’, nel suo gruppo Facebook.

Il progetto al quale Martina fa riferimento si chiama “Viareggio Design net”: si tratta di intervento di arredo urbano ideato da Simone Micheli e presentato in occasione del FuoriSalone 2014 a Milano. Nello spazio sono esposti i prototipi in scala delle “sedute-opera” ideate da Micheli e realizzate da aziende italiane ed estere.

“Questo è un progetto etico nato parlando con il sindaco di Viareggio e pensando di costruire, di dare alla città un seme per evolversi”, ha dichiarato Micheli in un video pubblicato sul sito de Il Sole 24 Ore. “I prototipi diventeranno reali e verrano installati nella passeggiata di Viareggio da maggio in avanti e verranno donati alla città. Ogni azienda ha le proprie specificità e lavora materiali diversi, dal legno al metallo, sono tutti segni diversi che raccontano storie diverse”. Per il sindaco Betti “queste splendide realizzazioni, unite in un contesto liberty, creeranno un sensazionale contrasto tra vecchio e nuovo”.

Martina, però, non sembra entusiasta: “Ma che panchine sono? Panchine che non hanno nulla a che vedere con lo stile della passeggiata, panchine di design, modernissime. Ma, come spiega il sindaco, siccome sono gratis si sposano benissimo con il nostro liberty e siccome non ci sono soldi, come accattoni, dobbiamo prendere quello che ci danno”.

(Visitato 97 volte, 1 visite oggi)

“Il regolamento sull’intrattenimento musicale non c’entra nulla con la zonizzazione acustica”

Deborah Bergamini, OK sull’accordo per le riforme, sul resto attenta opposizione.