VIAREGGIO. “Nonostante che il codice della strada preveda la presenza di piste ciclabili adiacenti alle strade di nuova costruzione, (il riferimento è l’articolo 12 comma 4 bis del D.Lgs. 285/1992, ndr), oggi assistiamo all’inaugurazione del cavalcavia dell’asse di penetrazione realizzato senza pista ciclabile e privo di marciapiede”. Ad osservarlo è l’associazione BiciAmici di Viareggio a proposito del secondo lotto dell’asse di penetrazione inaugurato questa mattina, che collega la zona industriale di Bicchio e Cotone al quartiere ex Campo d’Aviazione.

“Fiab Viareggio BiciAmici, pur consapevole che le responsabilità vadano cercate indietro nel tempo, invita questa amministrazione a porre urgentemente rimedio a questa omissione.

“Nel frattempo, per garantire la sicurezza degli utenti vulnerabili della strada (pedoni e ciclisti, Art. 2 Comma 53 bis D.Lgs. 285/1992), chiediamo a nome dei ciclisti urbani viareggini di istituire una zona 30 su tutto il percorso”.

(Visitato 59 volte, 1 visite oggi)

Paolo Baroni nuovo presidente della Misericordia di Massarosa

I campioni della Cantini&Pasquini si ritrovano a cena. Le foto