MASSAROSA. “In questi giorni, è arrivata ai comuni della Versilia una richiesta di transazione dei contenziosi da parte degli avvocati di Veolia. Come molti sanno – dichiara il Sindaco Franco Mungai – a causa di difformità nella gestione dei rapporti fra la società concessionaria e i comuni della Versilia, TEV/VEOLIA aveva avanzato una richiesta danni i comuni di circa 85 milioni di euro. Questo, a seconda dell’esito della causa, sarebbe andato di certo a gravare sulle tasche dei cittadini che già hanno dovuto sopportare un livello delle tariffe esorbitante”.
Appena insediato – continua Mungai – ho cercato da subito, insieme agli altri Sindaci della Versilia di trovare rimedio a questa eventualità e di riportare i costi della gestione complessiva dei rifiuti a livelli accettabili. Da una parte è stata formulata una richiesta danni da parte dei comuni di circa 111 milioni di euro da contrapporre a quella dei gestori e dall’altra è stata cercata una soluzione per la riduzione dei costi che vedeva i comuni pagare per i rifiuti 176 euro a tonnellata vuoto per pieno; Tariffa inaccettabile”.
Nel 2012, sotto la mia presidenza CAV, è stato possibile rescindere i contratti e la tariffa dei rifiuti e scesa a 134 euro. Nonostante Veolia ci abbia riconsegnato le chiavi degli impianti fermando così di fatto lo smaltimento dei rifiuti, nessun cassonetto è rimasto pieno”.
Oggi dopo cinque anni di intenso lavoro diplomatico e legale, Veolia ci fa pervenire una proposta di transazione alla pari degli 80 milioni di euro, oltre alla cessione immediata della proprietà degli impianti e la corresponsione di 200 mila euro ai Comuni.

Stiamo valutando in questi giorni insieme agli altri sindaci se la proposta di Veolia sia accettabile e soddisfacente per la chiusura dei contenziosi.
Credo comunque che a questo punto ci siamo arrivati grazie al mio impegno anche come presidente CAV e a quello degli altri Sindaci della Versilia. Risultati che con forza rivendico e che allontanano oggi la possibilità di fatto che i cittadini di Massarosa abbiano da pagare 80 milioni di euro per una gestione disattenta di coloro che ci hanno preceduti che avrebbero portato al rischio di alzare al massimo tutte le imposte e chiudere servizi essenziali ai cittadin”.

 L’annuncio lo fa Franco Mungai, sindaco di Massarosa.

(Visitato 71 volte, 1 visite oggi)

Paolo Baroni nuovo presidente della Misericordia di Massarosa

Incendio al quartiere Bonifica al Varignano